Richiesta a Drei: "Non applichi il decreto sicurezza". La Lega: "E' istigazione a delinquere"

Daniele Mezzacapo, consigliere comunale della Lega a Forlì interviene duramente sulla richiesta di Possibile di Forlì-Cesena. 

"E' un'istigazione a delinquere l'appello arrivato al sindaco di Forlì Davide Drei da "Possibile", ora partito a tutti gli effetti nato da una costola del Pd con Pippo Civitati in testa che chiede al primo cittadino forlivese di non applicare il Decreto Sicurezza appena approvato dal Parlamento e promulgato dal Presidente della Repubblica Mattarella". Daniele Mezzacapo, consigliere comunale della Lega a Forlì interviene duramente sulla richiesta di Possibile di Forlì-Cesena (QUI L'ARTICOLO). 

"Spero di tutto cuore che il sindaco di Forlì ignori bellamente questo assurdo appello a non rispettare la legge. Sarebbe l'ultimo atto deleterio di una legislatura ondivaga e finita allo sbando.  Sarebbe un grave atto che metterebbe in difficoltà i cittadini forlivesi, solo per sostenere un'agguerrita e fuorilegge campagna elettorale della Sinistra che ormai ha capito che è finita un'epoca. Un periodo vissuto dagli italiani come una sorta di dittatura. Per questo, adesso, che è finita questi personaggi non accettano di non essere più al potere e sono disposti a fare di tutto, compreso violare le leggi".

"Drei sarebbe un autolesionista se rifiutasse di applicare il Dreceto Sicurezza a Forlì. Ora viene tirato per la giacchetta dagli ex del Pd  di Possibile, proprio quelli, insieme allo stesso Partito Democratico, che lo abbandonato quando la nave ha preso una brutta piega. Il fatto che la Sinistra non accetti di rispettare le leggi è qualcosa di gravissimo. Proprio la Sinistra che faceva di Mattarella un'istituzione sacra da rispettare con la massima religiosità, ora calpesta una legge firmata proprio dal presidente. Queste persone non valgono nulla e adesso è chiaro a tutti quello che noi della Lega abbiamo sempre pensato di loro". Poi Mezzacapo conclude dicendo a Possibile che ora non è più "possibile" violare le leggi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La replica di Possibile

" È divertente leggere che il consigliere della Lega Daniele Mezzacapo accusi Possibile di istigare il Sindaco di Forlì a "violare la legge", quando nel 2016 il capo della Lega e attuale Ministro degli Interni Salvini chiese ai Sindaci di non applicare la Legge sulle Unioni Civili! Due pesi e due misure?" dicono dal Comitato Possibile Forlì-Cesena. "Il consigliere Mezzacapo fornisca esplicite dichiarazioni nostre in cui chiediamo di non rispettare le leggi. Semmai è il contrario, chiediamo a tutti, ad ogni livello, di rispettare le leggi e gli accordi internazionali, Ministri compresi. Vorremmo ricordare al Consigliere Mezzacapo che esistono alcuni poteri e competenze che sono dello Stato e altri dei Sindaci che, quindi, negli ambiti di loro competenza possono operare anche su temi collegati al Decreto (in)sicurezza. Chiediamo infine di leggere meglio i nostri comunicati: è del 14 dicembre la nostra richiesta, in cui chiediamo innanzitutto quali strumenti il Comune intenda mettere in campo per contrastare gli effetti negativi del decreto e quali quelli per aiutare tutti quelli che sono in difficoltà, che siano italiani o stranieri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tuffo in mare si trasforma in tragedia: giovane muore sotto gli occhi degli amici

  • Viene da Malta, ufficializzata la prima compagnia aerea con un aereo con base al "Ridolfi"

  • Coronavirus, tre nuovi tamponi positivi. Un'infermiera colpita per la seconda volta dal virus

  • "Vuole ucciderla", i Carabinieri corrono subito. Picchiava la compagna davanti alla figlioletta, arrestato

  • "Picchiato con calci e pugni": paura sotto la torre dell'orologio, 23enne ferito

  • Apre un nuovo bar-ristorantino a due passi dal Duomo: "Scommetto sul centro, è l'ora del coraggio"

Torna su
ForlìToday è in caricamento