Scuola, Vietina (Forza Italia): "Favorevoli al ritorno dell'educazione civica"

Simona Vietina, parlamentare di Forza Italia, ha annunciato il voto favorevole del suo partito alla Commissione Cultura.

"L’educazione civica è entrata nelle scuole italiane nel 1958 grazie ad Aldo Moro. La riforma che nel 2010 l’ha trasformata in ‘Cittadinanza e Costituzione’ ne ha ristretto eccessivamente le aree di intervento e per questo siamo favorevoli ad una proposta di legge per riaprire le porte della scuola a una materia che si dimostra sempre più fondamentale per i nostri ragazzi". Così Simona Vietina, parlamentare di Forza Italia, ha annunciato il voto favorevole del suo partito alla Commissione Cultura.

“È importante – continua la deputata azzurra – che i ragazzi conoscano le regole dell’amministrazione pubblica, della sua organizzazione e del suo rapporto con i cittadini. L’educazione civica è essenziale per avvicinarli alla gestione della cosa pubblica e fargli comprendere cosa significa ‘Lo Stato siamo noi’. Questa legge va nella giusta direzione anche se ritengo siano necessari alcuni accorgimenti che potrebbero renderla ancora più efficace”.

“All’articolo 5 la proposta di legge prevede che l’insegnamento dell’educazione civica preveda anche quello della cittadinanza digitale, tema fondamentale per i nostri ragazzi e che rientra nelle otto competenze chiave per l’Europa; auspico  che questo aspetto sia affidato ai docenti tecnico-pratici di informatica, questo permetterebbe di fornire un servizio adeguato ottimizzando le risorse già a disposizione del sistema scolastico”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“In secondo luogo – conclude Vietina – visto che l’articolo 8 già prevede l’integrazione con esperienze extrascolastiche nel contesto del volontariato, vorrei che si andasse oltre: credo che la partecipazione al volontariato del proprio paese debba essere una condizione indispensabile per il nuovo insegnamento dell’educazione civica e auspico che tali attività arrivino a entrare nel curriculum scolastico dei nostri studenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il telefono diventa muto e dal conto spariscono migliaia di euro: quarta truffa sui soldi in banca in un mese

  • Centauro esce di strada: la moto vola nella scarpata, interviene l'elicottero

  • Covid-19, un'altra vittima a Forlì. Nessun contagiato nelle ultime ore e altri 9 guariti

  • "Voglio farla finita": poliziotti e operatori sanitari salvano la vita ad un 21enne

  • Il bonus per le bici svuota i magazzini, finalmente un sorriso per una categoria: "Rientriamo delle perdite"

  • Coronavirus, nel forlivese un nuovo caso ma nessun decesso

Torna su
ForlìToday è in caricamento