Congresso Pd, nasce il comitato forlivese a sostegno di Roberto Giachetti e Anna Ascani

Il coordinamento è gestito da Massimo Marchi (segretario del circolo Pd di San Martino in Strada), Ilaria Marianini (assessore del Comune di Santa Sofia) ed Enrico Monti (capogruppo Pd nel Comune di Forlimpopoli)

In vista del congresso del Partito Democratico nasce anche nel territorio forlivese il comitato promotore della candidatura di Roberto Giachetti ed Anna Ascani. Il comitato ha già ricevuto numerose adesioni da parte di amministratori, iscritti e simpatizzanti. Il coordinamento è gestito da Massimo Marchi (segretario del circolo Pd di San Martino in Strada), Ilaria Marianini (assessore del Comune di Santa Sofia) ed Enrico Monti (capogruppo Pd nel Comune di Forlimpopoli). Mercoledì alle 20:45 il Comitato sì riunirà nella sala del Bar di Cà Ossi in via Don Minzoni 35 per un'assemblea pubblica aperta a tutti e per presentarsi pubblicamente al territorio. 

"Le motivazioni che ci hanno spinto ad aderire a questo progetto sono semplici e le ha spiegate molto bene lo stesso Roberto Giachetti in un’intervista fatta subito dopo la presentazione della candidatura - viene spiegato in una nota dal comitato forlivese a sostegno di Giachetti ed Ascani -. Compiere questa scelta politica è segno di buon senso e significa dare una possibilità al Pd, Roberto Giachetti ed Anna Ascani ci hanno ridato la speranza di un Pd che non si mobilita solo per la spartizione di poltrone, ma che vuole continuare a costruire quel futuro che è stato interrotto da chi aveva interessi più personali che sociali. Ci impegniamo per fare un congresso basato sui contenuti, sulle necessità e opportunità per il nostro Paese, ma anche per le nostre Città che tra poco si troveranno in una delle più importanti e difficili campagne elettorali per le amministrative".

"Il Pd - viene evidenziato - ha impiegato mesi per delineare il percorso di un congresso che sin dall’inizio abbiamo ritenuto poco convincente se non addirittura dannoso, con candidati nei quali non ci riconoscevamo; oggi con entusiasmo e passione raccogliamo la sfida di Roberto ed Anna per alcune semplici ragioni. In primo luogo riconosciamo gli errori compiuti negli anni passati dal Pd, che ci hanno portato alle sconfitte del Referendum Costituzionale prima e delle elezioni politiche del 4 marzo poi, ma  nonostante questo rivendichiamo con orgoglio e senza alcuna ambiguità i tanti risultati positivi ottenuti dai nostri Governi nella precedente legislatura che hanno fatto di quella esperienza una delle stagioni più prolifiche del riformismo democratico italiano. Siamo quindi fermamente convinti che oggi più che mai, visti anche i primi negativi e pericolosi risultati del governo giallo-verde, sia necessario da parte nostra fare dura opposizione e rilanciare in maniera più forte e determinata la nostra prospettiva, le nostre idee e la nostra visione del futuro".

"Con coraggio sosteniamo che il Pd non dovrà fare mai alleanze strategiche con il Movimento 5 Stelle, indistinguibile dalla propria alleata di governo, la Lega, entrambi portatori di una politica antieconomica, distruttiva dell’occupazione, della sicurezza sociale e della democrazia. La nostra mozione si propone di costruire un rapporto capillare con gli elettori e la società, e quindi con tutte quelle persone che credono in una politica fatta con passione e con un ideale davanti a sé - viene rimarcato -. Noi andiamo e andremo "Sempre Avanti" sui diritti civili e sociali, sull’ambiente, sulle pari opportunità, sull’Europa, sul lavoro, sulla sicurezza e l’integrazione, sulla formazione, sulla ricerca, sulla cultura e sull’innovazione. E naturalmente sull’organizzazione del partito".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni, ecco la 'lista degli ex'. Alea? "Progetto che non sta in piedi". Inceneritore? "Inevitabile"

  • Cronaca

    Ravegnana chiusa, Drei: "Serve un nuovo progetto di collegamento con Ravenna"

  • Cronaca

    M5S: "Comprata la fiera come centro per sfollati, ma il progetto anti-sismico è stato bocciato"

  • Cronaca

    Attacco al vescovo, solidarietà dal sindaco Drei: "Forlì è una città di persone rispettose"

I più letti della settimana

  • Forte scossa di terremoto: la Romagna si sveglia nella notte, paura sui social

  • MotoGp, allenamento col cross per Dovi e Petrucci. E Valentino commenta su Instagram

  • 10 anni fa la morte della piccola Alice, il padre: "E' cambiata la situazione? Sì, in peggio"

  • "Ufficio Sinistri": in centro a Forlì una birreria in onore del ragionier Fantozzi

  • Si parte coi 4 rilevatori di passaggio col semaforo rosso, dove saranno e come funzionano

  • Cicloturista si schianta contro un'auto in sosta: è in gravi condizioni

Torna su
ForlìToday è in caricamento