Situazione politica a Civitella, l'intervento di Rifondazione Comunista

Da un anno a questa parte la situazione politica del Comune di Civitella di Romagna, a causa delle tensioni interne al PD locale, è in continua fibrillazione e rischia di compromettere il lavoro dell’Amministrazione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Da un anno a questa parte la situazione politica del Comune di Civitella di Romagna, a causa delle tensioni interne al PD locale, è in continua fibrillazione e rischia di compromettere il lavoro dell’Amministrazione. Più in generale, la crisi economica e i tagli del governo Monti hanno raggiunto anche le nostre “amate oasi”, mettendo in difficoltà non solo i cittadini, ma anche chi, come noi, ha  amministrato questo Comune con senso di responsabilità, dedizione nella costruzione di un percorso condiviso e voglia di realizzare progetti nuovi.

La fase che stiamo per affrontare è delicatissima, dovremo predisporre il bilancio comunale con scarsissime risorse, ed in questa situazione dobbiamo purtroppo constatare che non è semplice neppure il dialogo, soprattutto dopo le ultime dichiarazioni, apparse sulla stampa, dei segretari locali del PD e del sindaco.

E' ormai troppo tempo che ci occupiamo di questioni interne alla maggioranza (a prevalenza piddina), ma ora basta futili contrapposizioni, che non servono al bene dei cittadini e che i cittadini non hanno di certo voluto!

Per questo porremo al gruppo di maggioranza e al PD quattro richieste di base per continuare a lavorare ed andare avanti, senza le quali non avrebbe veramente più senso rimanere nell'Amministrazione.
1.    chiediamo al PD provinciale di esprimersi in merito alle gravi dichiarazioni rilasciate dai propri esponenti locali, in quanto lesive nei confronti dell'operato di tutto il gruppo di maggioranza;
2.    chiediamo al Sindaco di procedere al più presto con tutte le nomine previste, perché questa situazione di stallo non immobilizzi le attività amministrative a discapito dei cittadini;
3.    chiediamo ai consiglieri di maggioranza di avviare immediatamente, assieme alla giunta,  un processo di condivisione ampio sul bilancio di previsione 2012, con i cittadini e le categorie produttive, cercando di adottare tutte le misure possibili a tutela dei cittadini più svantaggiati e delle fasce più deboli, quindi a sostegno di pensionati, di lavoratori, di precari, di giovani in cerca di occupazione, e di tutte quelle persone così duramente colpite dalla crisi economica e dagli effetti di questa manovra iniqua ed ingiusta;
4.    chiediamo, nuovamente, all'ufficio competente di dare finalmente avvio alla progettazione del centro giovani, come deciso anche in sede di Giunta e di Consiglio Comunale, avendo già approvato lo stanziamento delle risorse in merito a tale intervento, per arrivare al più presto alla conclusione di questo primo stralcio, coerentemente con quanto previsto dal progetto presentato alla Regione Emilia Romagna e finanziato dallo stesso Ente per 34.000,00 €.

Queste le condizioni per continuare insieme un percorso amministrativo che ci siamo impegnati a sostenere, speriamo che il senso di responsabilità prevalga su ogni altra cosa e che si possa continuare con politiche concrete a favore dei cittadini.




Tania Ravaioli
Assessore del Comune di Civitella di Romagna
Nicola Candido
Segretario del Partito della Rifondazione Comunista - FdS

Torna su
ForlìToday è in caricamento