Società partecipate, il M5S: "Faremo segnalazioni al Prefetto ed alla Corte dei Conti"

I pentastellati annunciano nei prossimi giorni segnalazioni al Prefetto ed alla Corte dei Conti

I consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Daniele Vergini e Simone Benini, attaccano il sindaco Davide Drei in merito al piano di razionalizzazione delle società partecipate del Comune di Forlì. I pentastellati annunciano nei prossimi giorni segnalazioni al Prefetto ed alla Corte dei Conti. “Purtroppo percepiamo una costante reticenza dell’amministrazione comunale a mantenere correttamente e pienamente informati i consiglieri comunali - affermano Vergini e Benini -. E non è la prima volta che l’amministrazione si “dimentica” di fornirci documenti importanti. Era già successo nel 2015 quando non fu mai comunicata ai consiglieri una delibera della Corte dei Conti che evidenziava criticità ed irregolarità sul rendiconto 2012, anche questo sarà oggetto delle nostre segnalazioni". 

I consiglieri comunali del Movimento 5 stelle ribadiscono che "la Corte dei Conti ha espresso chiaramente molte e gravi critiche al progetto di razionalizzazione delle società partecipate predisposto dalla giunta comunale, dando anche l’“ultimatum” del 23 marzo per la presentazione di un piano razionalizzazione delle partecipate completo di approfondite analisi e motivazioni per le eccezioni che sembra si vogliano mantenere nonostante la legge. Sono state segnalate dalla Corte società che hanno più amministratori che dipendenti, società che dovrebbero essere fuse, partecipazioni inutili e non strategiche che dovrebbero essere dismesse, ma soprattutto è stata segnalata un’eccessiva genericità del piano che poteva essere più incisivo, e contemplare anche riduzioni delle consulenze oppure delle promozioni per pubblicità, cosa che invece non è prevista".

“Queste a nostro parere sono critiche gravissime che dimostrano di fatto la mancanza di volontà del sindaco Drei di ridurre i “poltronifici” delle società partecipate a partire da Serinar, che doveva inizialmente essere dismessa prima dell’ennesima giravolta del sindaco. Drei, più responsabilmente, dovrebbe pensare ad amministrare la città ed a tenere informato il consiglio piuttosto che impegnare il proprio tempo a distorcere la realtà. Visto che, soltanto per fare un esempio, dopo le proteste delle forze politiche di minoranza, il consiglio di amministrazione di Livia Tellus, come risulta dai verbali, è stato costretto a prendere atto delle nostre critiche e ad impegnarsi a restituire i compensi percepiti illegittimamente”, concludono Benini e Vergini.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Boato scuote Forlimpopoli, assalto al bancomat: inseguimento nella nebbia

    • Cronaca

      "Paga o sarai travolto da un scandalo", prete vittima di un'estorsione: due arresti

    • Cronaca

      Il Pd prende le distanze dall'alleato "Noi con Drei": "A Bianchi offese volgari"

    • Politica

      Pd verso la scissione, Ancarani: "E' dei vertici, non della base. Da noi cambia poco"

    I più letti della settimana

    • Il M5S: "Soldi pubblici alla cognata dell'assessore", il Comune: "Tutto secondo regolamento"

    • Reddito di solidarietà, varato il regolamento attuativo. Protesta la Lega

    • Pd verso la scissione, Ancarani: "E' dei vertici, non della base. Da noi cambia poco"

    • Congresso Pd, Di Maio: "Altro che muri, le dimissioni di Renzi aprono il confronto"

    • Accordo tra Ferretti e Fincantieri, Di Maio: "Nuove opportunità anche per la Romagna grazie alla legge navale"

    • Il deputato Molea ricorda Franco Piro: "Lascia un segno indelebile"

    Torna su
    ForlìToday è in caricamento