Tecnopolo, Russo: “Il Comune rinuncia a 2,2 milioni di fondi europei”

Si apre un nuovo fronte di polemica tra gli enti del territorio. In questo caso si tratta del Tecnopolo, il maxi-progetto regionale per realizzare centri di ricerca applicata, finanziati da fondi europei, in ogni città dell’Emilia-Romagna

Guglielmo Russo

Si apre un nuovo fronte di polemica tra gli enti del territorio. In questo caso si tratta del Tecnopolo, il maxi-progetto regionale per realizzare centri di ricerca applicata, finanziati da fondi europei, in ogni città dell’Emilia-Romagna, ognuno valorizzando la tradizione economica di quella città. Il sindaco Roberto Balzani, ha annunciato di volersi sfilare dal progetto regionale, che avrebbe portato un laboratorio di ricerca applicata per l’industria sul campo dell’Aeronautica, da realizzare con 3,1 milioni, di cui 2,2 milioni di fondi europei e circa 900.000 euro del Comune di Forlì.

Il sindaco, spiegando di non essere convinto del progetto che potrebbe rivelarsi un “carrozzone”, per non contribuire con i 900.000 euro di compartecipazione locale, rinuncerà ai 2,2 milioni di fondi europei già stanziati dalla Regione Emilia-Romagna.

Non ci sta, però, Guglielmo Russo, vicepresidente della Provincia, che con una nota parla di “treno e finanziamenti persi” e accusa il sindaco di aver condiviso per 4 anni un progetto poi disconosciuto. Spiega Russo: “Nonostante la parole del sindaco, continuo, come assessore competente su questa partita,  a credere fermamente nel progetto del Tecnopolo. In questo momento di profonda crisi, quello che dobbiamo continuare a fare, con sguardo lungo, è coltivare le nostre eccellenze e il Polo Aeronautico forlivese - indipendentemente dal destino dell’aeroporto Ridolfi -, è, nel suo settore,  un eccellenza della formazione senza pari in Italia. Che cos’è dunque, in soldoni, il Tecnopolo? E’ l’opportunità per la città di trasferire una competenza che ha già (non una “posticcia” creata ad hoc) dalla formazione all’impresa, mediante laboratori di ricerca applicata, così creando posti di lavoro qualificati per giovani che vengono formati già in questa città. Tutto questo sarebbe quindi un “carrozzone”?”

Cita altri esempi: “Cesena sta andando avanti col suo tecnopolo, che valorizza una sua solida competenza, quella dell’agro-alimentare: a Villa Almerici si fonderanno i “know-how” dell’Università e delle imprese agro-alimentari del territorio. Che da questa contaminazione non possa germogliare il futuro economico di Cesena, con qualche idea innovativa che ora non possiamo neanche ipotizzare? In fondo la ricerca è proprio questo: dare gambe a teste creative.  Diversi anni fa le Gallerie Caproni (e tra un paio d’anni anche Rocca delle Caminate) sono state destinate ad un progetto relativo ad un laboratorio avanzato sulla Fluidodinamica, ai cui studi ora guardano con interesse i colossi mondiali. Sono due esempi di “carrozzoni”? La realtà è che tagliando il Tecnopolo di Forlì semplicemente tagliamo le gambe a teste creative che già sarebbero pronte ad operare in città. In altre parole, si perde un treno”.

Quindi la rinuncia ai finanziamenti: “Ma non si perde solo il treno delle opportunità. Si perdono anche dei finanziamenti: per l’esattezza 2,2 milioni di fondi europei che è bene precisare che saranno ridistribuiti sugli altri otto tecnopoli regionali, che assieme formeranno una rete di cui Forlì rappresenterà solo una smagliatura e non un nodo. Inoltre, se questa era la convinzione del sindaco Balzani perché negli ultimi 4 anni in cui si è parlato di Tecnopolo non l’ha mai rappresentata nelle sedi di discussione? Perché ha firmato tutte le intese che si sono succedute sul capitolo ‘Tecnopoli’? Perché – infine – se riteneva in corso d’opera che il progetto andasse ricalibrato non ha chiesto una sua pur possibile ridefinizione? In altre parole, perché da 4 anni ha condiviso un “progetto-carrozzone”?”, conclude il Vice presidente della Provincia di Forlì-Cesena.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • L'articolo pubblicato su Forlitoday il 31 luglio scorso: "Tecnopolo, Russo: “Il Comune rinuncia a 2,2 milioni di fondi europei” relativamente al maxi-progetto regionale per la realizzazione di centri di ricerca applicata, finanziati da fondi europei mi permette di fare alcune considerazioni. 1 La rinuncia viene motivata da un atteggiamento soggettivo del sindaco Balzani che, se fosse vera, rappresenterebbe una gestione della cosa pubblica fondata sul nulla che ha dell'incredibile. 2 La rinuncia, legata ad una paura sull'eventuale carozzone che potrebbe diventare il progetto, esclude quindi l'eventuale problema di finanziamento dello stesso a livello locale. In altre parole il Sindaco Balzani sottintende che Comune, Provincia ed altri Enti dispongano di 900 mila euro per l'attuazione del progetto, contrariamente ai suoi colleghi di Partito che, in Comune ed in Provincia, parlano continuamente di mancanza di fondi e di risparmio. Domanda: a chi dobbiamo credere? 3 La rinuncia del Sindaco Balzani che per quattro anni ha sostenuto i Tecnopolo della sua citta' per poi rinnegarlo, non gli fa onore, in quanto non appaiono esserci motivazioni importanti dell'ultimo minuto verso il progetto tali da giustificare un cambiamento di umore che va contro gli interessi della citta'. Domanda: quali progetti hanno in mente il Sindaco Balzani ed il PD per la Forli dei prossimi decenni? 4 La rinuncia ad un finaziamento, piccolo o grande che sia, soprattutto nelle tecnologie, significa perdere una possibilita' di crescita, di innovazione e di competizione. Se non ci fossero stati uomini coraggiosi ed innovatori nei millenni eravamo ancora all'eta' della pietra: ecco perche Forli' non ha bisogno di Balzani e del PD. Riccardo Bevilacqua

  • Invece di litigare tutti i giorni, provate a mettervi d'accordo. Vi paghiamo per questo.

  • Avatar anonimo di Mi pizzica
    Mi pizzica

    Un'altra chicchina che il Sindaco di Forlì regala alla sua città, una vera aquila!, il professore appare oltremodo disorientato , ...non si possono anticipare le elezioni?

  • Se andava bene, il tecnopolo ce lo sfilava Bologna come ha fatto con l'aeroporto, se andava male, se lo pagava il comune. Per me ha fatto bene.

  • Qualcuno potrebbe dire che si tratta di un Comune gestito da totali incompetenti, con a capo il Balzani (PD).

  • E' incredibile come Forlì riesca a farsi del male ! Ma è possibile che la decisione di questo sindaco debba influenzare il futuro di una città ormai devastata sotto molti punti di vista ? Chissà come saranno felici le altre città che incasseranno i fondi destinati a Forlì !!! Abbiamo tenuto in piedi un aeroporto per anni e ora che abbiamo una grossa opportunità, non un carrozzone, ce la lasciamo sfuggire così stupidamente ? Forlivesi, alle prossime elezioni svegliatevi !!! Continuate pure a dare il voto a questi personaggi, i veri carrozzoni di questa città !

  • Avatar anonimo di turbanto
    turbanto

    complimenti per la scelta.la ricerca è il futuro.senza ricerca non c'è sviluppo e innovazione.altri cervelli in fuga. forlì ha una risorsa e anziché alimentarla vi si rinuncia.complimenti veramente.

Notizie di oggi

  • Politica

    Interviste ai candidati, Calderoni: "Sarò libero e autonomo, non farlo sarebbe tradire la mia storia"

  • Politica

    Elezioni, intervista a Morrone: "E' cambiata l'aria, ci accolgono con entusiasmo davanti alle fabbriche"

  • Economia

    Aeroporto, il neo presidente di Federalberghi Ravenna: "Forlì stringa un accordo societario col Marconi"

  • Politica

    Alluvione, respinto l'emendamento di Di Maio: "Persa un'occasione, ci riproveremo"

I più letti della settimana

  • Non si presenta al lavoro da giorni, la sorella dà l'allarme: trovato morto in casa

  • Tragedia sui binari: circolazione dei treni rallentata al mattino tra Forlì e Faenza

  • In un bar del centro: "Scusi dov'è il San Domenico?". Risposta: "Non so, non me ne intendo"

  • Forte temporale colpisce il Forlivese, tanta pioggia in pochi minuti: diversi allagamenti

  • Rocambolesco schianto, dopo l'impatto un furgone finisce ruote all'aria: due donne ferite

  • Ha lottato contro una lunga malattia: addio a Guglielmo Russo, presidente di Legacoop Romagna

Torna su
ForlìToday è in caricamento