Trasporto scolastico e rimborso abbonamenti: c’è l’unanimità sulla risoluzione di Pompignoli (Lega)

È il consigliere regionale della Lega Massimiliano Pompignoli che entra nel dettaglio del suo provvedimento votato mercoledì mattina all'unanimità in Commissione ambiente e mobilità

"In questi mesi sono stati tantissimi i sindaci del territorio che hanno sollecitato alla Regione Emilia Romagna l’adozione di misure di ristoro del trasporto pubblico scolastico. A causa della prolungata sospensione dell’attività didattica delle scuole di ogni ordine e grado determinata dall’emergenza epidemiologica, centinaia di studenti hanno di fatto ‘sprecato’ più di tre mensilità del proprio abbonamento scolastico. Se da una parte non è mancato l’intervento delle amministrazioni comunali per aiutare cittadini e imprese colpiti dall'emergenza, ci è sembrato doveroso sollecitare la Regione e le aziende di gestione dei servizi di trasporto pubblico locale affinché facessero altrettanto, fornendo un sostegno reale alle nostre comunità". È il consigliere regionale della Lega Massimiliano Pompignoli che entra nel dettaglio del suo provvedimento votato mercoledì mattina all'unanimità in Commissione ambiente e mobilità.

L'esponente del Carroccio si sofferma sul contenuto del "decreto rilancio", rilevandone alcune criticità: "Il fondo di 500 milioni istituito dal Governo con il Dl rilancio (art.200) in materia di trasporto pubblico locale non è assolutamente sufficiente per soddisfare le richieste dei pendolari. I 500 milioni, infatti, verranno utilizzati in via prioritaria per compensare la riduzione dei ricavi tariffari relativi ai passeggeri dal 23 febbraio al 31 dicembre 2020 e solo nei limiti delle restanti risorse disponibili per rimborsare chi non ha potuto utilizzare i propri abbonamenti nei periodi di emergenza sanitaria". Conclude Pompignoli: "È evidente, a questo punto, che è necessario fare di più per tutti quegli studenti e cittadini che non hanno potuto sfruttare i propri abbonamenti, pur avendoli già pagati. La Regione Emilia Romagna dovrà attingere a risorse proprie per soddisfare le richieste, più che legittime, dei suoi abbonati nella speranza infine che il decreto legge, una volta convertito in legge, non subisca spiacevoli ribaltoni rispetto all'istituzione e dotazione di questo fondo". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Forlì usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso arresto cardiaco spezza la vita ad un giovane di 26 anni

  • "Sarà un maxi-supermercato, secondo solo all'iper": i commercianti chiedono di bocciare il progetto

  • Meldola, si lancia nel vuoto e perde la vita: nuova tragedia al ponte dei Veneziani

  • Mentre lavora il giardino di casa la terra restituisce bombe a mano e proiettili: strada chiusa a pochi passi dal centro

  • Centauro esce di strada: la moto vola nella scarpata, interviene l'elicottero

  • Il primo giorno dei bar: "Poca gente e chiedono il permesso per entrare. Ma chi entra consuma dentro"

Torna su
ForlìToday è in caricamento