West Nile Virus, "Piano straordinario per riportare il fenomeno alla normalità"

È la consigliera pentastellata Giulia Gibertoni a intervenire, con un’interpellanza rivolta al governo regionale, sul problema della diffusione del virus in Emilia-Romagna

"Avviare un piano straordinario per riportare il fenomeno alla normalità mettendo in campo tutte le procedure previste per la sorveglianza e la prevenzione della diffusione del West Nile virus". È la consigliera pentastellata Giulia Gibertoni a intervenire, con un’interpellanza rivolta al governo regionale, sul problema della diffusione del virus in Emilia-Romagna.

Sul problema dell’aumento di casi di questa malattia infettiva in regione, la consigliera del Movimento 5 stelle cita una nota divulgata dall’Ausl di Modena: "Se negli ultimi anni si è posta particolare attenzione alla zanzara tigre, contro la quale l’Ausl continua a raccomandare misure cautelative e trattamenti ad hoc, non si può dimenticare che la nostra zanzara comune (culex pipiens), oltre ad essere particolarmente fastidiosa, può essere portatrice di infezioni, come quelle causate dal virus di West Nile". Gibertoni sollecita quindi l’esecutivo regionale ad "avviare ricerche per trovare sistemi di lotta al fenomeno più efficaci e rispettosi dell’ambiente".

In Italia quest’anno si sta registrando un notevole incremento di casi di West Nile rispetto all’anno precedente. Alla data del 30 agosto 2018, i casi segnalati sono 334, di cui 131 manifestati in forma neuroinvasiva. Nel 2017 erano stati, complessivamente, 27 i casi gravi di West Nile. Ad oggi, i decessi attribuibili al virus West Nile sono 12, nella gran parte dei casi persone debilitate, anziane o con gravi patologie pregresse. Le Regioni più interessate dalla diffusione del virus sono state Emilia-Romagna e Veneto. Nel territorio provinciale di Forlì-Cesena i casi gravi sono stati 2.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Si apparta per un incontro sessuale, ma l'altro pretende del denaro: una denuncia per estorsione

  • Drammatico incidente sul lavoro: resta incastrato in un tornio e l'avambraccio resta amputato

  • "Il coraggio di dire sì al Signore": giovane architetto forlivese lascia la professione e diventa monaca di clausura

  • Un sushi in salsa romagnola: dopo le cene a domicilio la famiglia decide di aprire un ristorante

  • "Volevamo avere qualcosa di nostro": tutta la famiglia si rimbocca le maniche ed apre un bar

Torna su
ForlìToday è in caricamento