L'impegno del Lions Club Forlì Host per la scuola: contro il cyberbullismo, per la salute e per la pace

Il Lions Club Forlì Host ha già ottenuto l’adesione di 8 plessi scolastici cittadini con oltre 800 ragazzi che saranno impegnati a predisporre un proprio elaborato

Martedì, con inizio alle ore 8,30, nella sala Santa Caterina, in via Romanello da Forlì, lo psicologo Andrea Bilotto incontrerà 110 ragazzi e ragazze delle seconde classi dell’Istituto "Roberto Ruffilli" per parlare con loro di cyberbullismo, dipendenza on-line e rischi virtuali. Si tratta del primo degli interventi previsti per l'anno scolastico in corso promossi dal Lions Club Forlì Host su questi temi. Altri ne seguiranno avendo già sperimentato in passato la disponibilità degli studenti e degli insegnanti ad acquisire elementi per contrastare fenomeni che destano preoccupazione a tutti i livelli. 

"Nell’ambito del programma del service "Giovani” previsto dal nostro club per l’anno lionistico 2018/2019 - dichiara Claudio Sirri, responsabile dei relativi progetti - oltre al tema “Combattere il cyberbullismo, la dipendenza on-line ed i rischi dei social media” sono previste anche altre iniziative di prossima realizzazione". In primo luogo il Concorso internazionale “Un Poster per la Pace “ che da 31 anni i Lions club di tutto il mondo promuovono presso le scuole e i gruppi giovanili locali. Un'iniziativa artistica che incoraggia gli adolescenti di tutto il mondo a esprimere la propria visione della pace. Il tema di questo anno è "La solidarietà è importante" e possono parteciparvi i ragazzi dagli 11 ai 13 anni di età.

Il Lions Club Forlì Host ha già ottenuto l’adesione di 8 plessi scolastici cittadini con oltre 800 ragazzi che saranno impegnati a predisporre un proprio elaborato. Poi, nel prossimo mese di febbraio, sarà allestita, nella sala di Palazzo Albertini, la mostra di tutte le opere pervenute ed avrà luogo la premiazione degli studenti vincitori per ogni plesso. "Il club organizzerà infine un altro corso di formazione che ha come titolo "Viva Sofia" - aggiunge il presidente Andrea Mariotti - durante il quale verranno fornite informazioni tecniche e pratiche di primo Soccorso e disostruzione delle vie aeree superiori ai ragazzi delle scuole medie superiori. Personale medico, in genere soci del nostro Club, illustrerà ai partecipanti semplici manovre da effettuare in caso vi sia un’ostruzione delle vie aeree; manovre che possono salvare una vita in attesa dell'arrivo del personale del 118".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cacciatore ferito da spari durante una battuta di caccia: soccorso in gravi condizioni

  • Colpisce due auto e poi si cappotta nel fosso: pauroso incidente

  • Stormi di migliaia di uccelli volteggianti sulla città, frastuono sugli alberi: la spiegazione del fenomeno

  • Falegname e pizzaiolo nei weekend, apre una pizzeria tutta sua: "Vetrina che si riaccende in centro"

  • Nella notte spunta uno striscione a Forlì: "Liberazione costellata di massacri e distruzione"

  • Salvini ritorna in città: "Aeroporto, Forlì deve essere collegata al mondo. Coop? Aiutare quelle vere"

Torna su
ForlìToday è in caricamento