← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

Centro storico, la segnalazione: "Il degrado forlivese colpisce ancora"

Via Francesco Daverio · Centro Storico

Il Degrado colpisce ancora in città. Nel silenzio imperante della Forlì desertica, provincia dislocata del Sahara, qualcuno trova il tempo per fare merenda nei piccoli angoli romantici del Centro Storico. Più precisamente in via Daverio, retro del supermercato A&O. Seconda segnalazione sul web.

Premetto, prima di qualche puntualizzazione, che:

- Alcuni abitanti in questa fetta del Quartiere San Pietro (dove vi sono, peraltro, anche diverse attività commerciali) hanno informato i responsabili del supermercato.

- Suggerito di aprire un dialogo con le diverse associazioni sul territorio che si occupano di raccolta cibo, beni di prima necessità, ecc, piuttosto che osservare tali alimenti perire pubblicamente.

- L'esposizione a questo degrado, può portare degli elevatissimi rischi per la salute e di contagio.

- Le condizioni economiche in cui versano milioni di cittadini italiani, purtroppo, portano a ferire la stessa dignità umana; "meglio il cassonetto che rubare!" sicuro, se fossero realmente affamati. Qui si tratta di Rom, bande di Rom o in alternativa di gruppetti fatti da uomini e donne di una certa età dell'Est che vagabondeggiano per le vie del centro e che addirittura si danno "appuntamento" fisso per colpire: mattina presto o sera tarda.

Mi si può imputare la giovane età ma come CITTADINO, impegnato nello studio e nella vita politica locale (cittadina e studentesca), a nome di tanti altri, vorrei e vorremmo incassare delle risposte dall'Amministrazione comunale, di questo magnifico carrozzone "governante" a trazione renziana dopo le ultime elezioni. Non si parli di "risorse", Forlì sta lentamente e progressivamente decadendo in nome di questo silenzio e della retorica del "poverino".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (11)

  • Due parole sono troppe, una è poca....

  • Ah perchè, è cambiato il sindaco?

  • Suggerire a questo supermercato un tavolo con le associazzioni di volontariato è impossibile a meno che non accada un miracolo, i punti vedita A&O(la maggior parte) non sono di proprietà , ma sono tutti dipendenti della sede di Lngiano quindi ora che arrivi a parlare con un icravattato che passa il suo tempo dietro la scrivania a fare statistiche sul gettato e a farsi bello per le donazioni dell' acqua ...il degrato si sarà degradato! in un supermercato della stessa catena addirittura vuotavano bottiglie di candeggina nei bidoni , alle associazzioni non davano nulla (ovviamente i dipendenti devono attenersi alle istruzioni della dirigenza) ... per il resto concordo con Bastian e Massimo ... mi spiace ma navighiamo nella palude e ogni santo giorno è sempre peggio !

    • Si arriva a chiedere qualsiasi intervento che riduca questi eventi, tra cui l'evitar di vedere dell'ottimo cibo perire. Raggiungere i piani alti è difficile ed hai ragione, i responsabili dicono di aver informato ma sino ad oggi non si vedono risultati. La presenza di vagabondi che mettono in serio pericolo la salute e la sicurezza dei cittadini, richiede l'intervento dell'Amministrazione. Da cittadini dovremmo ESIGERE l'intervento semmai ci fosse qualcuno dalle parti di Piazza Saffi..

  • L'unico sistema è chiamare le forze dell' ordine, se quello che hai fotografato è proprietà privata li chiami. Non ti aspettare nulla dall' Amministrazione Comunale, io da quando è stato eletto il Sindaco non l'ho ancora visto e nemmeno sentito fare dichiarazioni.

    • La proprietà è del Supermercato A&O. Hanno già lamentato i responsabili di razzie e accattonaggio, dicono di aver informato ma a quanto pare il risultato è stato zero. Per quel che riguarda l'Amministrazione, come non darti ragione Massimo, alla guida vi è un fantasma.

      • Forse l'unico sistema è rompere le scatole allo sfinimento alle forze dell'ordine. Altri sistemi al momento non ne conosco.

        • Massimo, purtroppo non serve a niente "rompere le scatole" alle forze dell'ordine (non parliamo poi dei vigili urbani). Ho fatto decine e decine di segnalazioni, alla fine si passa per mitomani e non si presentano più. Ho collezionato delle risposte che fanno disperare...

  • Mi costa molto dirlo, ma otterrai solamente pochi minuti di attenzione da qualche istituzione "occupato" da altri problemi e niente più. Si caverebbero gli occhi pur di non vedere. Il riferimento agli extracomunitari poi ti pone su di un piano scivoloso e non gradito alle nostre élites politiche locali. Io abitavo in zona: non c'è l'ho fatta più, mi sono caricato di un mutuo centenario ed ho cambiato casa. Non sono riuscito ad integrarmi: mea culpa.

    • Ne sono consapevole e con me gran parte del quartiere. So di essere scomodo, tirando fuori determinate tematiche con annesso il riferimento dello "straniero colpevole", sul quale le élites locali giocano gran parte del loro moralismo politico. Dispiace che persone come te Bastian, siano costretti in casa propria ad alzare bandiera bianca.

      • CristianD, grazie per la solidarietà. La casa era stata costruita dal mio bisnonno... purtroppo ho dovuto sradicare tanti anni di ricordi...

Segnalazioni popolari

Torna su
ForlìToday è in caricamento