← Tutte le segnalazioni

Altro

Nasce su Facebook il gruppo "La Forlì che dice no al circo con gli animali"

Così si chiama il gruppo neo-nato su fb, che in pochissimi giorni sta raccogliendo numerose adesioni. E' un gruppo che ha come scopo quello di dare voce a chi amando gli animali, non può sopportare di vederli snaturati. Un elefante non è nato per fare l'equilibrista; le tigri non si divertono a saltare attraverso i cerchi di fuoco! Loro non si divertono e non ci divertiamo neppure noi! Non fa ridere vedere la Natura addomesticata, piegata e umiliata. Noi, come loro, siamo nati liberi e non siamo supportati da alcun movimento politico o associazione. Non siamo contrari agli spettacoli circensi, ma li vorremmo senza animali!

Grazie a tutti coloro che hanno aderito e aderiranno.

Gli amministratori del gruppo

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (13)

  • Avatar anonimo di Renato
    Renato

    Complimenti bellissima battaglia.. Ho avuto modo di ammirare le scritte e i cartelloni buttati nei fossi. Anche questo è vandalismo, peccato che le forze dell'ordine non sia mai presente quando serve..

  • complimenti, a tutti per l'iniziativa. ce ne fossero di persone così sensibili in tutti gli ambiti delle nostre città che facciano qualcosa di concreto per renderle sempre migliori.

    • Jeeg Robot, avremmo davvero bisogno di "super eroi" ! Permettimi, per un attimo di scherzare. Ti ringrazio a nome mio e di chi con me si sta impegnando. Credimi ce la metteremo tutta. La sensibilità latita purtroppo. E ci si sta rendendo conto che la cosa piu' difficile per ora è fare capire ad alcuni membri del gruppo, che noi vogliamo ottenere risultati, perchè si può, in maniera pacifica. Non si ottiene nulla muovendosi come altri manifestanti hanno fatto in passato. Posso capire il loro spirito, ma le cose vanno fatte con calma e bene. Grazie a te per la tua cortesia. Buona sera

  • grazie angy per la bella iniziativa, che mi trova, da sempre, concorde. ottima e chiarificatrice spero per loro,la risposta ad oscar e dany. allargare la mente, ed uscire da stereotipi ed ottusità!

    • Grazie a te Luana, cerchiamo di procedere nel modo più corretto e giusto. Forse un modo nuovo, che ritiene che alcune forme di polemica in certi casi siano più sconvenienti che altro. Si possono ottenere bei risultati comunque! Ti auguriamo una ottima giornata

  • Nel ringraziare Forli'Today, per l'opportunità che ci ha offerto, cogliamo l'occasione per ribadire che si tratta di un gruppo nato da pochi giorni, che non ha legami con precedenti iniziative, cortei e manifestazioni. Vorremmo impostare un dialogo utile con le amministrazioni locali, volto in primis a far sì che la nostra città decida di accogliere Circhi senza animali. Precisiamo che l'immagine a noi associata di cartelloni del Circo con messaggi dialettali non ci appartengono. Grazie

  • Questi animali non sono stati addomesticati , in quanto sono nati in cattività. Rendere domestico, togliere dallo stato di selvatichezza. Gli animali gia presenti in circhi e zoo non torneranno mai liberi è opportuno chiarire che il problema sta a monte, quando un cucciolo arriva nel circo/zoo non è stato prelevato dal suo habitat ma da un allevamento o è nato da una coppia di animali nata in cattività che ha procreato, sarà per sempre un animale che dipende dall' uomo .

    • Avatar anonimo di Renato
      Renato

      Queste sono parole sagge e purtroppo più che vere !!

    • Buona sera Oscar, crediamo di non essere stati da lei ben compresi. E' stato scritto Natura addomesticata e non Animali addomesticati. Il problema riguarda le condizioni in cui questi animali sono costretti a vivere, e i maltrattamenti che in numerosi casi sono costretti a subire per obbedire ai comandi! Nel nostro gruppo, ma non solo, in mezzo mondo oramai è una realtà ben nota e sempre meno tollerata. Vorremmo inoltre precisare che i cuccioli talvolta sono nati in cattività, molto spesso vengono prelevati forzatamente dal loro habitat naturale. Numerose testimonianze lo attestano. La ringraziamo comunque per il suo commento e creda sarebbe buona cosa per tutti, non solo per gli animali, se nei Circhi lavorassero esclusivamente esseri umani. Grazie

      • Concordo con lei sul fatto che nei circhi debbano lavorare solo esseri umani , quello che voglio chiarire essendo un amante degli animali è che questi animali gia presenti in circhi e zoo non torneranno in natura, una esperienza personale mi ha insegnato che dove l'uomo mette mano su un animale selvatico allevandolo da cucciolo lo snatura e lo rende incapace di ritornare libero. Come dice lei ci sono cuccioli che vengono strappati alle madri in natura lo so ,questa pratica in africa ha un florido mercato di contrabbando purtroppo , la cosa che mi disgusta sono anche gli allevamenti indiscriminati di questi animali per il piacere egoista dell' uomo di averli, una tigre o una scimmia e altro non possono stare in una lussuosa villa o non possono essere messi in riserve per la caccia, mi viene da dire che lo zoo o il circo sia il male minore che possono dover affrontare, la gente dovrebbe essere messa al corrente di come sono allevati e gli scopi dell' allevamento, purtroppo tanti paesi grzie a questo finanziano i parchi naturali e le riserve, per fare un safari di cacci grossa si pagano dai 20 ai 50 mila dollari e una parte degli introiti viene utilizzata per le riserve naturali ,idem per i safari fotografici che ovviamente sono inocui e hanno costi molto minori.Oggi si sta operando per cercare di infoltire le popolazioni di alcune specie ma sono pochissime le associazioni che lo fanno con metodi non invasivi nei confronti degli animali anche perché per preservare le specie vanno fatti esami test e studi approfonditi.Mi sono dilungata ma è un argomento che tocca le corde della mia anima ...nella prossima vita forse potro dedicarmi alla natura in questa mi accontento di amarla e rispettarla.

        • Si avverte dalle sue parole che ciò che dice è profondamente sentito. Parla una persona autentica, come quelle che stiamo cercando noi. Come darle torto. Infatti cerchiamo per ora di sensibilizzare il più possibile le persone verso queste realtà crudeli, che troppo spesso vengono ignorate. Il nostro obiettivo iniziale è rivolto, come ben sa, a far si' che certe "brutte abitudini", cessino. Non sarà semplice, non sarà rapido, ma del resto i cambiamenti duraturi hanno bisogno di solide radici. Non siamo in pochi, ad avere a cuore la tutela degli animali. Tutte le realtà che lei giustamente cita, sono più o meno direttamente collegate e tutte in egual modo importanti e meritevoli di attenzione! A mio avviso è necessario un grande cambiamento culturale, un percorso per molti già avviato, per altri non del tutto. Noi siamo fiduciosi. Abbiamo bisogno anche del suo sostegno. Le auguro una buona giornata e la ringrazio per la sua cortesia e interessamento.

  • Nemmeno il cane "vestito con un cartello" ,che nei mesi scorsi fu esibito ad una manifestazione contro un circo era nel suo habitat,e nemmeno era felice di fare il pagliaccio per un'umano.... Predicate bene,ma razzolate male....

    • Buona sera Dany, siamo pienamente d'accordo con la sua osservazione. Non abbiamo mai partecipato a manifestazioni e cortei perchè crediamo che si possano ottenere risultati migliori aprendo dialoghi e trattative. E' abbastanza inutile andare a protestare fuori dai Circhi, che sono stati comunque autorizzati ad attendarsi. Ognuno si esprime come crede, noi siamo diversi, quindi non ci sentiamo minimamente colpiti dal suo commento Predicate bene e razzolate male. Siamo per una tutela vera degli animali e il vestitino lo lasciamo agli esseri umani! Le garantisco che noi non predichiamo, ci documentiamo, ci informiamo e "razzoliamo" piuttosto bene. Grazie per il suo intervento

Segnalazioni popolari

Torna su
ForlìToday è in caricamento