Softball, Forlì alza al cielo la sesta Coppa delle Coppe

Nella sfida conclusiva Forli ha giocato senza Emily Vincent, rientrata negli Stati Uniti a causa di impegni di lavoro inderogabili

Forlì alza al cielo la Coppa delle Coppe. In finale la compagine mercuriale ha sconfitto in rimonta le olandesi di Terrasvogels col punteggio di 4-2. E' stata una partita dalle tante emozioni. Le forlivesi, che nelle partite precedenti avevano dominato tutte le avversarie, contro le plurititolate olandesi si sono trovate in vera difficoltà per la prima volta nel torneo. Sotto 0-2, hanno prima dimezzato lo svantaggio al quarto inning, e messo la freccia del sorpasso a quello successivo. Si sono dimostrate forti, salde di nervi, mature e coraggiose nel gestire la situazione problematica senza perdersi d'animo. Non è stata la loro prestazione più "perfetta", ma è stata quella migliore sotto tutti i punti di vista. Le ragazze della Poderi dal Nespoli hanno meritato il trofeo per come hanno saputo giocare di squadra nella buona e nella cattiva sorte.

Il Terrasvogels ha sorpreso Forlì segnando l'1-0 al secondo inning, e raddoppiando in quello successivo. Molto aggressive sui lanci della partente Cacciamani, hanno trovato le legnate giuste e iniziato ad assaporare un successo insperato ma, per quel che si era visto fino a quel momento, meritato. Il manager di Forlì, Calixto Soça, sostituiva Cacciamani in pedana con l'americana Pauly, che addomesticava l'attacco avversario, mentre finalmente toccava alle mazze romagnole iniziare a macinare gioco. Il primo punto di Forlì arrivava al quarto inning, grazie anche ad un paio di errori della difesa delle avversarie, che poi iniziavano a disunirsi e soprattutto a innervosirsi: ne faceva le spese il manager olandese, espulso al quinto inning dopo aver platealmente contestato una chiamata arbitrale. Invece di compattarsi, il Terrasvogels sbandava, e qui la Poderi dal Nespoli aveva il merito di azzannare il nemico ferito: in apertura di quinto inning un triplo di Ghilardi dava il "la" alla rimonta, e poi sulle battute di Grifagno, Piancastelli (doppio) e Ricchi entravano i tre punti che scrivevano sul tabellone il 4-2 per Forlì.

La Poderi dal Nespoli rischiava grosso al settimo inning, allorché le olandesi aprivano con due valide in sequenza e portavano i corridori in Terza e Seconda base, con un solo out: ma Sarah Pauly prima lasciava al piatto Scheurkogel, e poi costringeva Szalay a battere una palla non difficile verso l'esterno sinistro. La presa al volo di Cacciamani era il ventunesimo eliminato, e sul boato della tifoseria poteva iniziare la festa per la sesta Coppa Coppe che entrava nella bacheca forlivese.

Quella di Forlì è stata la nona partecipazione al secondo torneo continentale per importanza, la diciannovesima in totale, di cui le ultime sei consecutivamente dal 2014 a oggi. Nessuno in Italia è riuscito a tanto. Artefici del nuovo trionfo sono i lanciatori Ilaria Cacciamani, Sarah Pauly (Usa) e Emily Vincent (Usa), quest'ultima assente in finale per impegni di lavoro; i ricevitori Beatrice Maroni, Erika Piancastelli; gli interni Claudia Banchelli, Miriana Cerioni, Courtney Gano (Usa), Elisa Grifagno, Martina Laghi, Lisa Maulden (Hun/Usa) e Carlotta Onofri; mentre gli esterni Elda Ghilardi, Veronica Onofri e Beatrice Ricchi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • L'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Forlì torna in televisione in prima serata sulle reti Rai

  • E' in Rianimazione per la meningite, scatta la profilassi per ben 80 persone entrate in contatto col malato

  • Due concorsi per una settantina di posti nel pubblico impiego, la Cgil organizza la formazione

  • Assalita nella lite condominiale a suon di 'terrona' e 'morta di fame': l'amara segnalazione di una donna

  • Nuovo caso di meningite: paziente ricoverato in Rianimazione. Scattata la profilassi

Torna su
ForlìToday è in caricamento