Unieuro, ecco l'effetto DiLiegro: Ravenna annichilita, il derby scaccia la crisi

Serata magica per l'Unieuro. Vittoria scaccia crisi, Ravenna è troppo Smith dipendente

Una serata magica per l'Unieuro Forlì. Sarà l'atmosfera del Palafiera, con circa 4.378 spettatori, sarà il ritorno di Dane DiLiegro che ha riacceso l'entusiasmo della tifoseria e soprattutto portato chili e forza nel colorato. Il gruppo di coach Giorgio Valli ha dimostrato compattezza, trovando una vittoria fondamentale nel derby contro l'OraSi Ravenna con un ampio margine di 21 punti (93-72). È vero che la squadra di coach Andrea Mazzon ci ha messo del suo, trovando in Smith l'unico elemento portante. Ma Forlì avrebbe potuto vincere addirittura con un margine più ampio senza gli errori dalla lunetta nel secondo quarto. Poco importa, arriva finalmente la vittoria scaccia crisi. Superlativa la prova dell'ex Jacopo Giachetti, con ben 19 punti, che riscatta il derby dell'andata. Melvin Johnson non è ancora al top della forma, ma mette sul referto 14 punti, mentre Pierpaolo Marini e Kenny Lawson chiudono la serata di festa con 17 punti (27 e 25 di valutazione). La Pieffe tiene il passo di Udine e Verona, portandosi a +4 su Imola e +6 su Ravenna, decima in classifica.

IL GESTO - L'UNIEURO ARENA RICORDA DIEGO MARISI
IL POST GARA - LE PAROLE DEL COACH

La partita

Il primo break è dell'Unieuro, avanti 10-3 con l'ex Giachetti scatenato e autore subito di 6 punti. Coach Mazzon chiama il time out dopo 2' 46" per frenare la partenza perfetta di Forlì con 100% di percentuale al tiro. Al ritorno in campo Marini porta a 8 i punti di vantaggio con una tripla che infiamma il palazzetto. Ravenna è imprecisa al tiro, con Smith unica ancora dei bizantini. I suoi 8 punti di fila servono per tenere nel mirino i biancorossi. L'Unieuro Arena é una bolgia e prima una schiacciata di Lawson e poi una tripla di Giachetti aggiornano il tabellino sul punteggio di 20-11 dopo 5'21". Lawson è scatenato ed è l'americano a mettere la firma sul massimo vantaggio forlivese (27-11). Al minuto 7'30 ovazione per il ritorno in campo di DiLiegro che fa rifiatare Lawson; Forlì cala nella percentuale al tiro (65%), mentre Ravenna (42.9%) trova un parziale di 2-10 per il 29-21.

Il secondo quarto comincia con un 4-0 di Forlì frutto di una tripla di Johnson ed un 1/2 dalla lunetta di Marini. Smith e Jurkatamm tengono Ravenna a -9; si sblocca anche DiLiegro dopo uno 0/4 dalla lunetta e dopo 3'41 il tabellino recita 35-24. Forlì lavora bene in difesa, ma non concretizza nel colorato. Benché Ravenna mostri segnali di nervosismo (battibecco tra Cardillo e Mazzon), la compagine bizantina accorcia a -5 con una tripla di Montano. Reazione immediata dei padroni di casa, che respingono gli ospiti con un break di 5-0 con tanto di bomba di Giachetti (15 punti e 100%). Montano e Cardillo rispondono alla stessa maniera; si gioca punto a punto con il primo tempo che si chiude sul parziale di 49-39, con un ottimo ultimo minuto di DiLiegro nel quale fa valere il suo fisico e presenza in area. 

Il botta e risposta dai 6.75 di Marini e Laganà sancisce l'inizio di terzo quarto. La bilancia non pende da nessuna parte, con l'Unieuro che conserva 12 punti di vantaggio dopo 4'15. Buon giro palla della squadra di Valli, che tuttavia non approfitta del blackout all'OraSì. È ancora una volta Smith il punto di riferimento della squadra di Mazzon, ma il gap dopo il timeout richiesto da coach Mazzon resta di 13 punti. Il cronometro scorre e al 30' Forlì ha un margine rassicurante di 16 punti (73-57, e Marini protagonista di un gran finale di quarto), con Ravenna che deve fare i conti con i quattro falli di Masciadri e Smith.

L'ultimo quarto vede Forlì subito scappare, osannata dalla tifoseria, con DiLiegro in doppia cifra (finalmente anche il 2/2 dalla lunetta). Mazzon chiama timeout sul 79-58 dopo la tripla di Johnson; Donzelli schiaccia la palla del +21 che manda in ecstasy i tifosi. Gli ultimi minuti sono solo una formalità: Ravenna alza bandiera bianca, Forlì continua a macinare punti. "Romagna Mia" fa da sottofondo al tabellone: 93-72 il punteggio. La squadra di Valli, che manda sei uomini in doppia cifra, torna a divertirsi, vince e colora di biancorosso il derby romagnolo. Man of the match il grande ex di giornata Giachetti.

Il tabellino

UNIEURO FORLI: Giachetti 19, Marini 17, Johnson 14, Donzelli 10, Lawson 17, Bonacini 1, Oxilia 5, Divas, Signori, Tremolada, All. Valli.

ORASI RAVENNA: Laganà 7, Smith 28, Cardillo 5, Masciadri, Hairston 16, Montano 12, Jurkatamm 2, Gandini 3. Ne: Rubbini, Seck, Baldassi, Tartamella. All. Mazzon.

Parziali: 29-21, 49-39, 73-57.

Note. Spettatori 4378 dei quali 300 tifosi ravennati. Unieuro: tiri da due 30/47, da tre 6/19, liberi 15/27, rimbalzi 46. OraSì: tiri da due 17/40, da tre 9/31, liberi 12/19, rimbalzi 34.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    E' di Forlì l'uomo più elegante al mondo. Consigli per l'estate? "Semplicità: jeans e maglietta"

  • Cronaca

    Il robot chirurgico Da Vinci dell'ospedale a 'Striscia la Notizia' - VIDEO

  • Incidenti stradali

    Sciagura nel tunnel dell'aeroporto in Tangenziale: muore un motociclista

  • Politica

    'L'Alternativa per Forlì' contro il decreto sicurezza: "I divieti non rendono liberi"

I più letti della settimana

  • Sciagura nel tunnel dell'aeroporto in Tangenziale: muore un motociclista

  • Tragico ritrovamento: i passanti scoprono il cadavere di una donna

  • Non rispetta la fila per un malinteso: pestato all'uscita del ristorante da due energumeni

  • Esce di casa, urta un palo e nel fare retromarcia travolge il marito

  • Completamente nudo ed eccitato si mostra ad una passante: esibizionista fermato dalla Polizia

  • Travolto in viale Bologna mentre attraversa sulle strisce: trasportato al "Bufalini"

Torna su
ForlìToday è in caricamento