Magia Dovizioso: sorpasso chirurgico, battuto Marquez in Austria

Completa il podio Fabio Quartararo, che, con la sua Yamaha del team Petronas, ha messo in fila gli ufficiali Valentino Rossi è Maverick Vinales

Il Red Bull Ring resta feudo della Ducati. Un poker iniziato dal 2016. Marc Marquez ci ha provato a rompere il dominio rosso, ma un meraviglioso Andrea Dovizioso ha battuto lo spagnolo con un colpo da Mike Tyson. Marquez è sempre saldamente in testa al campionato con 58 punti di vantaggio, ma il sorpasso di Dovizioso all'ultimo giro è qualcosa di magico. Misurato e preciso, un gesto tecnico pregevole e di altissimo livello che ha sorpreso un Marquez forse già in odore di vittoria. Da campione. Da vedere e rivedere più volte. Lo 04 è tornato sul gradino più alto del podio dal quale mancava dalla prova d'apertura del Qatar. "Sembrava impossibile, ma ci ho provato - commenta dopo la 14esima vittoria nella top class, la 23esima nel Motomondiale -. Se arrivavo troppo lungo sarei giunto secondo, ma mi sono sentito forte. Ho fatto qualcosa da pazzo e sono molto contento. Dedico questa vittoria a Luca Semprini (l'addetto stampa Duvati morto la scorsa settimana a Brno, ndr)". Dal 2017 Marquez e Dovizioso hanno sette duelli al fulmicotone: risultato di 5 a 1 per il forlivese. Completa il podio Fabio Quartararo, che, con la sua Yamaha del team Petronas, ha messo in fila gli ufficiali Valentino Rossi è Maverick Vinales. Settimo un grande "Pecco" Bagnaia con la Ducati Pramac; nono Danilo Petrucci a precedere Franco Morbidelli (Yamaha Petronas).

LA GARA - Fuochi d'artificio sin dal via, con gran bagarre tra Dovizioso (gomma soft al posteriore) e Marquez (media) e Quartararo ad approfittarne per prendere il comando. Ottimo spunto di Rossi, a chiudere il gruppo dei primi cinque con Miller. A 23 giri dalla fine Dovizioso prima e Marquez poi fulminano Quartararo e iniziano il duello per la vittoria, con uno stupendo corpo a corpo. Mentre DesmoDovi mette pressione al 93, Miller esce di scena e Rossi comincia a marcare stretto la Yamaha gemella del francese. Marquez alza il ritmo e prova a fare la differenza, ma la Ducati 04 non molla. È un braccio di ferro cronometrico, mentre si alza il passo di Rossi che perde dal mirino Quartararo. A nove giri dalla fine Dovi rompe gli indugi e si mette in testa, ma Marquez gli resta francobollato. A tre giri dalla fine inizia la battaglia finale, con sorpassi e controsorpassi. L'ultimo giro è una magia di Dovizioso, un remake del 2017: cattivo e pulito passa il 93 ed è apoteosi. La curva 10 porta il nome di Andrea Dovizioso. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde l'equilibrio e sbatte contro la roccia: la giornata al fiume finisce in tragedia, muore una ragazza

  • Il tuffo in mare si trasforma in tragedia: giovane muore sotto gli occhi degli amici

  • Auto si schianta contro un camion: due feriti gravi, 16enne in terapia intensiva

  • Covid-19, tornano ad aumentare i casi attivi: a Forlì due nelle ultime 24 ore

  • Scuole: ragioneria raddoppia le prime, lo Scientifico con una succursale. "Didattica a distanza a rotazione"

  • Doveva chiudere e invece rilancia: in via Balzella arriva una nuova catena non presente a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento