Andrea Dovizioso debutta nel Dtm con un dodicesimo posto

Buona la prova di Andrea Dovizioso che, scattato dalla quindicesima posizione in griglia, ha chiuso con un positivo 12° posto al volante della sua Audi RS5

E’ Marco Wittmann al volante della BMW M4 del Team RMG ad aggiudicarsi la prima gara del DTM a Misano World Circuit. Una vittoria tutt’altro che scontata dal momento che il tedesco, terzo in campionato, partiva dall’ultima casella dello schieramento a causa di un problema tecnico che lo avevo costretto a saltare le qualifiche del mattino, dopo il miglior tempo fatto registrare nelle libere di venerdì. Al via le sue strategie si sono rivelate azzeccate: Wittmann, infatti, è rientrato ai box per il cambio gomme subito al termine del primo giro e ne ha poi approfittato quando l’ingresso della safety car ha ricompattato il gruppo e ha rimescolato le carte in tavola, favorendo la sua rimonta.

Completano il podio due Audi Sport RS5, quella del tedesco René Rast e quella del francese Loic Duval. Settima posizione per il leader del campionato, l’austriaco Philipp Eng, con un’altra BMW M4. Buona la prova di Andrea Dovizioso che, scattato dalla quindicesima posizione in griglia, ha chiuso con un positivo 12° posto al volante della sua Audi RS5.

Potrebbe interessarti

  • Smettere di fumare: come affrontare la dipendenza senza ricaderci

  • 7 cose da fare in casa prima di partire per le vacanze: tu le hai fatte?

  • Dalla G alla A: come migliorare la classe energetica di casa

I più letti della settimana

  • Arriva al pronto soccorso e muore in poche ore, ucciso da una meningite fulminante

  • Tragedia di ritorno dal mare causata da un colpo di sonno: ventenne muore in autostrada

  • Tragedia nella notte in A14: tra i due morti anche una forlivese

  • Dipendente comunale ucciso dalla meningite fulminante, profilassi anche in alcuni uffici municipali

  • Feroce scazzottata in centro storico, ragazzo in coma al "Bufalini"

  • "Afferra i bambini e allarma le mamme": paura in centro. La polizia ferma un uomo

Torna su
ForlìToday è in caricamento