Basket serie B, i Tigers al giro di boa: si punta ai playoff

Qualche peccato di gioventù ancora lo devono scontare i Tigers, come ad esempio la mancanza di killer instinct, ma quello che oggi può sembrare un limite, in realtà va letto alla voce "margini di miglioramento"

Con uno score di 9 vinte e 6 perse la Global Sistemi chiude il girone di andata al quinto posto e guadagna lo status di matricola terribile. Tanti i motivi di soddisfazione per la compagine del presidente Valgimigli. A partire dall’ottimo lavoro svolto fin qui da coach Di Lorenzo, che si conferma demiurgo infallibile nel costruire gruppi coesi e nel crescere giovani giocatori. Ed è proprio la crescita dei singoli giocatori, soprattutto i più giovani, l’aspetto che più si palesa dopo 15 turni di campionato.

Certo, qualche peccato di gioventù ancora lo devono scontare i Tigers, come ad esempio la mancanza di killer instinct, ma quello che oggi può sembrare un limite, in realtà va letto alla voce “margini di miglioramento”. Aspetti su cui lavorare per portare gli arancioneri il più in alto possibile al termine della regular season. Ad oggi, di fatto, la Global Sistemi ha dimostrato di poter valere il quarto posto considerato che, tolto qualche passaggio a vuoto come la sconfitta casalinga con la Vis Nova o il harakiri di Catanzaro, le tigri forlivesi hanno sofferto solo le tre o quattro squadre più attrezzate che si giocheranno la promozione in A2.

C’è insomma tanta consapevolezza nei propri mezzi in casa Tigers, anche perché l’ottimo risultato fin qui raggiunto è stato ottenuto nonostante i tanti infortuni che hanno inevitabilmente rallentato la realizzazione del progetto tecnico impostato ad inizio stagione dallo staff tecnico. Un progetto che ad oggi ha preso forma nei numerosi terzi quarti nei quali la tigre ha graffiato, di squadra, in difesa, aprendo le porte ai tanti recuperi che i Tigers hanno messo sul parquet. Un concetto di squadra che in definitiva esalta tutti i componenti del roster romagnolo, indipendentemente dai quasi 17 punti e 7 rimbalzi di media di Luca Fontecchio, o dai 12 punti di media di capitan Rombaldoni e Edoardo Giovara o, ancora, dall’apporto di Christian Villani. La Global Sistemi ha tutto per poter approdare ai playoff al termine del girone di ritorno.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti