Libertas Hockey Forlì ko in Coppa Italia

Il concentramento del girone F dei Quarti di Finale della Coppa Italia 2011, tenutosi domenica scorsa in quel del Pattinodromo "Parco Incontro" di Forlì, ha promosso alle Semifinali i Diavoli Vicenza

Stefano Carbonari

Il concentramento del girone F dei Quarti di Finale della Coppa Italia 2011, tenutosi domenica scorsa in quel del Pattinodromo “Parco Incontro” di Forlì, ha promosso alle Semifinali la formazione di A1 dei Diavoli Vicenza, che ha avuto facile ragione delle avversarie di categoria inferiore, i padroni di casa della Libertas Hockey Forlì e i Draghi Torino (serie A2).

Identica sorte è toccata negli altri gironi a tutte le formazioni della serie cadetta e come ampiamente preventivabile la corsa alla Coppa Italia è diventata un affare esclusivo delle compagini di A1, fatta eccezione per i Catania Flames (serie A2), che vi hanno avuto accesso a tavolino in seguito al ritiro delle avversarie.

Nel match inaugurale della giornata i forlivesi, al loro esordio stagionale, hanno affrontato subito i vicentini, che schieravano in pista un roster ulteriormente rinforzato dagli inserimenti del nazionale Fabio Rigoni e di Roberto Bortot. Il miglior stato di preparazione fisica dei veneti e il gap tecnico tra le due formazioni non hanno tardato a farsi sentire e i romagnoli, impegnati a tenere i ritmi avversari, non riuscivano ad imporre il proprio gioco e chiudevano la prima frazione con un passivo di 3 reti.

Nella ripresa Silvia Grottanelli si avvicendava tra i pali a Luca Regno, ma la musica non cambiava e la sirena sanciva il definitivo 5-0, risultato comunque di tutto rispetto considerando la disparità dei valori in pista e il fatto che coach Domenico Comai faceva debuttare tra i senior gli Under 20 Jacopo Marchiando, Yahya Yahyaoui, Filippo Fuschini e Giulio Speranza, emozionati di poter incrociare le stecche con alcuni dei protagonisti dell’argento azzurro ai Mondiali FIRS di Roccaraso 2011.

Dopo la sfida tra Vicenza e Draghi Torino, agevolmente vinta dai Diavoli per 15-1, i forlivesi tornavano in pista contro i piemontesi, che si presentavano all’appuntamento con una formazione ampiamente rimaneggiata rispetto a quella terza classificata nello scorso Campionato di serie A2. Dopo appena una manciata di secondi dal fischio di inizio la Libertas Forlì si portava in vantaggio con Stefano Carbonari, ma la rete precoce non aiutava i ragazzi di coach Comai a concentrarsi sul match e un autogoal riportava in partita i piemontesi, che poco dopo raddoppiavano il vantaggio chiudendo la prima frazione sul 2-1.

La ripresa si apriva sempre all’insegna dei Draghi, che allungavano sul 3-1, poi i romagnoli si ridestavano con Carbonari, autore della personale doppietta (3-2). Coach Comai gettava nella mischia gli Under 20 e se dalla svista difensiva di uno di questi scaturiva una nuova marcatura piemontese (4-2), in fase offensiva era proprio il giovane Giulio Speranza che, tenendo fede al proprio cognome, accorciava le distanze e alimentava la rimonta della Libertas Hockey Forlì (4-3).

I romagnoli intensificavano le incursioni nella metà pista avversaria, ma finivano per scoprirsi ed agevolare i contropiedi avversari, come quello che permetteva al Torino di segnare la quinta rete della serata. Nei secondi finali la Libertas faceva uscire il portiere per schierare l’uomo di movimento in più, ma anche il conseguente assedio alla porta piemontese non sortiva l’effetto desiderato e la sirena fissava il risultato sul 5-3.

Potrebbe interessarti

  • Sos matrimonio estivo: come vestirsi per essere al top

  • Aperitivi a Forlì: 5 locali per un happy hour all'aria aperta

  • Giugno, le sagre sbocciano in tutta la Romagna: ecco tutti gli imperdibili appuntamenti

  • Sfratto per gli scarafaggi: come allontanarli da casa una volta per tutte

I più letti della settimana

  • Ballottaggio, storica vittoria di Zattini. Forlì cambia dopo 50 anni - La diretta

  • Investite su viale Roma: due giovani ferite, una portata con l'elicottero a Cesena in gravi condizioni

  • Arrivano le prime bollette di Alea, ma in molti ancora non vedono il risparmio: ecco i motivi

  • Grave incidente in viale Roma: atterra anche l'elimedica

  • In preda all'alcol litiga con la madre e poi si lancia dalla finestra di casa: è in prognosi riservata

  • Il Consiglio comunale che verrà in attesa della nuova giunta: la metà dei seggi alla Lega

Torna su
ForlìToday è in caricamento