Decreto Cura Italia, Molea: "Dal governo attenzione allo sport sociale"

Così Bruno Molea, presidente dell’Associazione Italiana Cultura Sport – tra i primi enti di promozione sportiva del Paese - saluta l’entrata in vigore del Decreto del 17 marzo

"Il decreto Cura Italia ha dimostrato l’attenzione di questo Governo allo sport sociale: l’impegno è frutto di un dialogo costante tra AiCS e i tecnici dell’Esecutivo e ringraziamo per la sensibilità dimostrata. Il decreto emesso ieri offre le prime misure di sostegno, ma altre ne dovranno seguire per sostenere un settore che impiega milioni di persone in tutta Italia". Così Bruno Molea, presidente dell’Associazione Italiana Cultura Sport – tra i primi enti di promozione sportiva del Paese - saluta l’entrata in vigore del Decreto del 17 marzo con il quale il Governo ha previsto misure di potenziamento al Sistema sanitario nazionale e di sostegno a famiglie e imprese per affrontare l’emergenza da Coronavirus.

"Il decreto, come già sintetizzato dai nostri esperti in favore non solo dei nostri associati, offre già diversi sostegni al mondo della promozione sportiva, come indennizzi una tantum, accesso alla cassa integrazione, sospensione dei versamenti fiscali e dei canoni di affitto degli impianti pubblici – ricorda il presidente Molea – ma altre misure dovranno arrivare nelle prossime settimane come la sospensione dei canoni di affitto privati legati alle associazioni sportive. Quanto fatto da questo Governo dimostra comunque già tanta sensibilità nei riguardi di un mondo fino ad ora da troppi sottovalutato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nella promozione sportiva e sociale, lavorano e offrono la propria meritoria opera di volontariato milioni di persone, tutte bloccate oggi dalle misure anticontagio - prosegue il presidente Molea -: quello che leggiamo oggi è un primo segnale importante di attenzione, frutto di un dialogo costante tra questa Associazione e i rappresentanti di Governo. ln questo momento difficile il mio ringraziamento va anche ai tecnici e agli esperti di Aics che fin dalle prime ore di pubblicazione del decreto si sono messi al lavoro per offrire non solo ai nostri associati ma a tutti i volontari e gli operatori di promozione sportiva le sintesi delle misure di sostegno economico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, si aggrava il bilancio delle vittime: tre morti nelle ultime 24 ore

  • Esplosione di contagi alla casa di riposo di Rocca San Casciano: 16 positivi, scatta l'isolamento

  • Balzo degli infetti nel Forlivese: +36 in 24 ore. In Rianimazione ci sono 11 positivi al virus

  • Coronavirus, il ringraziamento dell'azienda ai suoi dipendenti: un aumento in busta paga

Torna su
ForlìToday è in caricamento