Calcio, un progetto ambizioso per il Forlì del futuro: "Mezzo milione di euro per vincere"

Parole importanti del presidente, che da tempo immemore non venivano pronunciate dai piani alti di viale Roma a cui però la società a questo punto è chiamata a dare un seguito

Con una conferenza stampa a tutto tondo, il presidente del Forlì Calcio Gianfranco Cappelli, ha annunciato un aumento di capitale sociale sottoscritto da vecchi e nuovi soci in previsione della prossima stagione calcistica. "Nel mese di dicembre senza fare troppi proclami, abbiamo deciso di aprire ad una nuova ricapitalizzazione societaria e con grande entusiasmo voglia dire che abbiamo raddoppiato la nostra base iniziale portandola da 250.000 euro a circa mezzo milione", esordisce un raggiante Cappelli. 

"Innanzitutto ringrazio chi ci ha sostenuto; con questo impegno di tutti potremo pianificare al meglio la conclusione di questa annata ed essere già pronti e competitivi per quella a seguire, che vi preannuncio sarà un campionato dove ci batteremo per vincere". Parole importanti, che da tempo immemore non venivano pronunciate dai piani alti di viale Roma a cui però la società a questo punto è chiamata a dare un seguito: "Siamo in ballo su molti fronti, il miglioramento della struttura societaria, la ricerca di nuovi spazi per il settore giovanile come i campi di Predappio e di San Lorenzo in Noceto che abbiamo visionato insieme ai tecnici del Comune di Forlì, senza contare l'impegno di riallacciare i rapporti con tutte le piccole società della città per valorizzare i giovani".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un progetto dunque importante e ambizioso che il presidente Cappelli elenca punto per punto lasciando intravedere un briciolo di entusiasmo e di speranza per il futuro: "Sono un uomo ambizioso e ricevere supporto anche da imprenditori fuori città mi ha dato una spinta in più; questa stagione è una sorta di rodaggio perché il mio obbiettivo resta da sempre portare il Forlì nella categoria che gli compete che è almeno la serie C". Conclude aggiungendo: "Al momento siamo sedici soci tra cui diversi venuti da fuori e che hanno manifestato un grosso interesse a collaborare con noi; probabilmente allargheremo il Cda e con questa spinta e questo entusiasmo cercherò quanto prima di raggiungere il mio e il nostro obbiettivo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, oltre 30 positivi in più. Un morto a 'Villa Serena': scattano le massime misure di sicurezza

  • Coronavirus, si aggrava il bilancio delle vittime: tre morti nelle ultime 24 ore

  • Aziende, il premier firma il decreto: ecco le attività che possono restare aperte

  • Esplosione di contagi alla casa di riposo di Rocca San Casciano: 16 positivi, scatta l'isolamento

Torna su
ForlìToday è in caricamento