Forlì, la nuova missione di Campedelli: "Il tempo stringe. Vogliamo i fatti"

"Importante sarà la gestione mentale dei ragazzi per sopportare alle situazioni complicate", chiosa l'allenatore

Dopo quasi 100 giorni dal suo esonero, torna a parlare e lo fa per la seconda volta da allenatore del Forlì, Nicola Campedelli che dopo l'esonero di mister Stefano Protti, ha accettato di tornare sulla panchina dei galletti di Romagna. Una sfida sicuramente non semplice dove innanzitutto c'è da rimettere insieme i cocci dopo la bruciante sconfitta di Agnone. "Torno dopo tanto tempo, la squadra è cambiata, ma con lo staff ci siamo imposti di guardare giorno per giorno per uscire da questa situazione, consapevoli che ci sono i mezzi per poterlo fare".

"Importante sarà la gestione mentale dei ragazzi per sopportare alle situazioni complicate", chiosa l'allenatore, che aggiunge: "In settimana abbiamo lavorato bene, soprattutto a livello tattico, trovando grande disponibilità dai giocatori; non valuto e non voglio valutare il lavoro svolto fino ad ora dal mio predecessore perchè non ho i mezzi per farlo e non sarebbe giusto, riparto da zero e manderò in campo i giocatori che secondo hanno più affidabilità e voglia di vincere".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si allunga anche la lista degli indisponibili in casa biancorossa che al lungo degente Sabbioni, devono registrare il forfait di Del Sante per un problema al ginocchio, Gimelli per un dolore alla schiena e Cortesi che invece era squalificato per due turni. Campedelli però non vuole certo aggrapparsi alle assenze e rilancia su come il suo Forlì dovrà comportarsi in campo nella sfida contro il fanalino di coda Castelfidardo: "Ormai il tempo stringe e sarebbe il caso di parlare meno e passare ai fatti, il collettivo farà la differenza ed è la base per risalire; credo che inizieremo con un modulo 4 4 2 che ci dà più equilibrio e copertura ma ripeto, non si può più aspettare. Noi vogliamo vincere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il telefono diventa muto e dal conto spariscono migliaia di euro: quarta truffa sui soldi in banca in un mese

  • Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco: perde la vita la promessa del nuoto Fabio Lombini

  • La sciagura di Fabio Lombini, gli ultimi istanti di vita col sorriso ripresi in un video

  • Il covid-19 non ferma il progetto di quattro giovani: "Apriamo una pizzeria e puntiamo sulla qualità"

  • Addio a Fabio Lombini, "Era esempio quotidiano di forza di volontà"

  • Covid-19, 109esima vittima nel Forlivese: è una donna di 80 anni

Torna su
ForlìToday è in caricamento