Prima lo spavento, poi il ribaltone: il Forlì si mangia il Santarcangelo, mette la terza di fila e spera nella salvezza diretta

Vantaggio lampo degli ospiti che su penalty trovavano il goal con Falomi poi ci pensano Vesi, Graziani e Urso a ribaltare il match

Il Forlì vince il derby col Santarcangelo per 3 a 1, inanella la terza vittoria consecutiva e continua a sperare in una salvezza diretta che dista solo un punto. Vantaggio lampo degli ospiti che su penalty trovavano il goal con Falomi poi ci pensano Vesi, Graziani e Urso a ribaltare un match che era partito male. La partenza non è per deboli di cuore perché al 5° minuto su un corner per il Forlì si innesca un contropiede dei clementini con Peroni che si presenta a tu per tu con Mordenti che lo atterra in area; dal dischetto Falomi è letale e fa 0 a 1 davanti a un "Morgagni " impietrito. Il Forlì colpito a freddo fatica a riprendersi dallo shock e al 15° per poco De Cerchio non la chiude con un tiro dal limite che esce alto di pochissimo. La risposta dei galletti è in una bella rovesciata di Graziani che al 24° da solo l'illusione del goal. Alla mezz'ora è invece Mordenti che con un riflesso fulmineo smanaccia il pallone che aveva appena incocciato sul palo e stava per infilarsi in rete. Superato lo spavento il Forlì allo scadere del tempo la pareggia: corner di Ambrosini per la testa di Vesi che al 44° fa 1 a 1.

Nella ripresa il piglio dei biancorossi è diverso e chiudono il Santarcangelo nella propria metà campo concedendogli poche controllate ripartenze.  Il Forlì infatti non tarda molto a mettere la freccia e a passare in vantaggio, minuto 55° Baldinini si inventa una pennellata per l'accorrente Graziani che salta più in alto del diretto avversario e fa 2 a 1. Il ritmo cala sensibilmente e il Forlì al 74° la chiude col nuovo arrivato Urso, abile a calciare di potenza, una punizione respinta dalla barriera. Dopo 4' minuti di recupero il "Morgagni" può finalmente esultare per la seconda volta consecutiva in campionato dopo la vittoria di domenica scorsa con la Sangiustese e con i galletti che continuano a inseguire la salvezza diretta distante solo un punto.

"Abbiamo saputo soffrire, come in tutto l’arco della nostra stagione, ma siamo stati davvero bravi a riprendere in mano la partita dopo lo svantaggio iniziale - afferma mister Campedelli -. Nel primo tempo ci è mancata un po' di convinzione e abbiamo fatto un grosso errore sul loro goal, ma poi abbiamo reagito bene e ci siamo andati a riprendere la gara sul finire della prima frazione col bel goal di Vesi".

"Nella ripresa abbiamo giocato un’altra partita, e abbiamo creato tante belle occasioni per fare goal. L’azione della rete di Graziani e l’angolo dal quale è scaturito il goal di Urso sono state interpretate bene da tutta la squadra, e sono molto contento dello spirito del gruppo", continua il mister.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi uno sguardo sulle ultime due giornate: "Le prossime gare saranno sicuramente durissime , perché la Jesina sta facendo un gran girone di ritorno, e la Recanatese è una squadra di assoluto valore. Siamo felici di questo risultato, ma adesso recuperiamo le energie e pensiamo da subito a rimetterci al lavoro in vista dei prossimi impegni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco: perde la vita la promessa del nuoto Fabio Lombini

  • La sciagura di Fabio Lombini, gli ultimi istanti di vita col sorriso ripresi in un video

  • Covid-19, amici o fidanzate non conviventi in auto: tutte le regole da seguire

  • Addio a Fabio Lombini, "Era esempio quotidiano di forza di volontà"

  • Covid-19, il bollettino: un'anziana vittima a Forlì e un nuovo caso a Santa Sofia

  • Virus 'clinicamente sparito' anche in Romagna? No, circola ma poco. Ecco cosa sta accadendo

Torna su
ForlìToday è in caricamento