homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Doccia fredda in zona Cesarini: il Villafranca Veronese blocca in casa il Forlì

Il Forlì inizia il 2016 con un pareggio tra le mura amiche, bloccato dalla Villafranca Veronese sul punteggio di 2-2

In piena zona Cesarini la doccia fredda al "Morgagni": il Forlì inizia il 2016 con un pareggio tra le mura amiche, bloccato dalla Villafranca Veronese sul punteggio di 2-2. I biancorossi sono passati in vantaggio dopo appena dieci minuti con un tocco sotto misura di Nocciolini. Dopo il pari degli ospiti al 55esimo, i padroni di casa si sono portati nuovamente avanti all'82esimo con una conclusione in posizione defilata di Personè dopo aver dribblato il portiere avversario. In pieno recupero il pari degli ospiti.

LA CRONACA - Come di consueto il Forlì parte forte dominando in mezzo al campo e creando pericoli agli ospiti. Il primo squillo è un colpo di testa di Nocciolini ben servito da Spinosa. Passano pochi minuti e un tiro dal limite di Tentoni viene deviato sotto misura da bomber Nocciolini (15 reti per lui), portando così il Forlì un vantaggio. I galletti controllano bene il primo tempo andando vicini al raddoppio su calcio da fermo con Capellupo ma la palla termina alta di pochissimo. Nulla da segnalare invece per quanto riguarda gli ospiti che chiudono la prima parte di gara senza creare mai veri pericoli dalle parti di Merelli. Ripresa che non ti aspetti, col Forlì fermo a guardare e gli avversari determinati a recuperare lo svantaggio: al minuto 12' infatti dopo una gran parata di Merelli su colpo di testa ravvicinato, è Avanzi che sulla ribattuta agguanta il pareggio per i veneti.

Il Forlì è frastornato e nonostante la voglia non riesce a riprendere in mano il gioco rischiando nuovamente  dopo due minuti ma Matei colpisce la base del palo a Merelli battuto. Gadda prova a rianimare la squadra inserendo Enchisi per Salvi e Peluso per D'Appolonia ma i galletti non danno segni di vita. A pochi minuti dal termine però la fortuna viene incontro al Forlì e su una indecisione di Fochesato, Personè viene lanciato a rete e a tu per tu con Cantamessa non sbaglia riportando il Forlì in vantaggio. Dopo un minuto Peluso ha la palla del match Point ma si fa ipnotizzare dall'estremo difensore ospite e spreca clamorosamente. Ma a due minuti dalla fine accadde l'incredibile: dopo un batti e ribatti in area romagnola la palla termina fra i piedi di Matei che dal limite lascia partire un tiro imparabile. Finisce così con un clamoroso 2 a 2 al "Morgagni" in una domenica dove il Forlì poteva pensare di avere vita facile ed invece si è svegliato con un pò di carbone dentro la calza della befana.

LE DICHIARAZIONI - Massimo Gadda ha fatto la sua analisi della gara: “Il primo tempo è stato discreto, non eccezionale, mentre  nella ripresa siamo andati in difficoltà, soprattutto fisica. Il campo era pesante. È un peccato perché l’avevamo rimediata e prendere goal così dispiace. Dobbiamo dar merito al Villafranca che ha pareggiato meritatamente”. Le condizioni del campo, appesantito dalle forti piogge, potrebbe aver messo in difficoltà i Galletti: “Non abbiamo avuto dei segnali durante il lavoro in allenamento. In generale la squadra sta bene, adesso vedremo le prossime partite. Forse per la prima volta abbiamo avuto il primo calo fisico. Il campo pesante non ha aiutato il nostro gioco, non siamo una squadra muscolare, quindi un po’ lo abbiamo pagato”. Tra le fila biancorosse c’è del rammarico: “Queste se le porti a casa sono vittorie pesantissime. Forse sarebbe stata la prima vittoria immeritata. Sono situazioni che in un campionato succedono”. 

Ha parlato anche Manuel Personè, autore del goal del momentaneo vantaggio: “È normale che ci sia un po’ di amarezza. Tutti uniti eravamo riusciti a ottenere il 2-1, prendere goal a due minuti dalla fine dispiace. Con un po’ di malizia in più, un po’ di attenzione potevamo portare a casa il risultato”. I Galletti avevano difficoltà  ad esprimere il loro gioco: “Il campo non permetteva di far partire il giro-palla dal basso, era più difficile giocare e dovevamo fare lanci lunghi”.Un grande rammarico per il Forlì, che poteva chiudere la gara: “Noi giochiamo sempre dando il massimo, potevamo anche andare sul 3-1. Non si può parlare di sfortuna, ma con un episodio favorevole facevamo un altro goal”. Manuel con la rete segnata oggi arriva a 9 goal in stagione: “Il mio bilancio personale è buono, però come ho sempre detto è una cosa che passa in secondo piano. Quando fai un campionato di vertice valorizzi tutti. Questo è il mio record di goal”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Qualche giovane possibilmente non riminese lo inseriremo prima o poi ?

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Terremoto in Centro Italia: si mette in moto anche da Forlì la macchina dei soccorsi

  • Cronaca

    I primi passi della Caritas di Forlì-Bertinoro verso i terremotati. Operativo anche il dottor Germano Pestelli

  • Cronaca

    Caffetteria verso la chiusura, il Comune: "Illegale abbassare l'affitto"

  • Incidenti stradali

    Innesca la caduta di un motociclista e non si ferma: individuato in appena 48 ore

I più letti della settimana

  • Da Forlì a Rio per il sogno olimpico: maratoneta dell'Edera a caccia di una medaglia

  • Un brutto Forlì sconfitto dall'Albinoleffe: più espulsioni che gol

  • MotoGp, la sfortuna non lascia Dovizioso: caduta e distorsione del ginocchio

  • Per l'Unieuro è già tempo di test: sfida a porte aperte contro Imola

  • Moto GP, Dovizioso passa in testa al secondo giro, ma dopo è costretto al ritiro

  • E' la granfondo ciclistica più temuta d’Europa: 28 forlivesi sfidano le Alpi

Torna su
ForlìToday è in caricamento