Il Mamanet come esperimento sociale: forum sullo sport pensato per le donne

L’evento gode del patrocinio della Direzione nazionale Aics, e del Comune di Forlì, e rientra nel calendario “Lotto Marzo” del Comune di Forlì

Fare di una mamma un’“ambasciatrice” dello sport di base può agevolare l’aumento della pratica sportiva tra i giovanissimi? Riservare uno sport alle donne over 30, promuovendone tra di loro dinamiche di gruppo positive, può aiutare alla costruzione della rete sociale? Tutte domande alle quali si prefigge di rispondere il seminario pubblico organizzato dal comitato provinciale Forlì-Cesena dell’Associazione Italiana Cultura Sport e dal titolo “Donne, facciamo rete – Il Mamanet come esperimento sociale”.

Al confronto pubblico, che si terrà sabato dalle 9.30 nella sala Foro Boario nell’omonimo piazzale, parteciperanno le istituzioni e i tecnici tra cui lo psicologo dello sport Mirco Mazzoli, che ha avuto l’opportunità di seguire da vicino gli allenamenti di Mamanet promossi sul territorio da Aics, e al quale sarà data l’opportunità di svelare il valore aggiunto dello sport pensato per le mamme e le donne over 30. 

Il Mamanet, un mix tra pallavolo e palla rilanciata, nasce infatti in Israele con lo stesso obiettivo: quello di promuovere condivisione e rete tra nuclei sociali. L’ente di promozione sportiva Aics l’ha quindi importato in Italia e in Europa con lo scopo di promuovere attraverso di esso e attraverso le mamme l’educazione allo sport per tutte le età e a misura di qualsiasi impegno, professionale e familiare. Ad oggi, sono oltre 600 le mamme in tutta Italia che praticano il Mamanet, oltre 100 delle quali solo a Forlì: 60 le iscritte ai corsi di allenamento promossi da Aics.

Il seminario pubblico illustrerà, come anticipato, il prodotto dell’analisi tecnica sull’applicazione dell’“esperimento Mamanet” in città, attraverso allenamenti “controllati”, somministrazione di questionari, promozione di momenti condivisi l’ultimo dei quali organizzato il 7 marzo scorso nella palestra della scuola “La Nave” con un “Terzo tempo” speciale allargato alle famiglie delle atlete. 

Al confronto interverranno: la presidente del comitato Aics di Forlì-Cesena Catia Gambadori, l’assessore allo Sport Sara Samorì, la psicologa e psico-terapeuta Bruna Porretta dell’unità Centro Donna del Comune, il tecnico nazionale di Mamanet Paolo Proscia, l’atleta Ilenia Bombardi, lo psicologo dello sport Mazzoli e la consigliera di pari opportunità di Aics Nazionale Angela Moretti. Le conclusioni saranno affidate al presidente di Aics nazionale, Bruno Molea. L’evento gode del patrocinio della Direzione nazionale Aics, e del Comune di Forlì, e rientra nel calendario “Lotto Marzo” del Comune di Forlì. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sanità, il presidente dello Ior Dino Amadori: "La Rete Oncologica va completata in fretta"

  • Politica

    Programmi a confronto sulle tasse comunali: come i candidati vogliono rimodularle o abbassarle

  • Meteo

    Meteo, continua la variabilità atmosferica. E i temporali sono dietro l'angolo

  • Cronaca

    Auto sospetta, la Polizia la intercetta e la ferma: denunciato un 29enne

I più letti della settimana

  • Non si presenta al lavoro da giorni, la sorella dà l'allarme: trovato morto in casa

  • Tragedia sui binari: circolazione dei treni rallentata al mattino tra Forlì e Faenza

  • In un bar del centro: "Scusi dov'è il San Domenico?". Risposta: "Non so, non me ne intendo"

  • Forte temporale colpisce il Forlivese, tanta pioggia in pochi minuti: diversi allagamenti

  • Rocambolesco schianto, dopo l'impatto un furgone finisce ruote all'aria: due donne ferite

  • Ritirata l'acqua, sale l'onda della rabbia: "Aziende devastate, pavimenti sollevati in casa"

Torna su
ForlìToday è in caricamento