lunedì, 21 aprile 10℃

Incredibile, folle, infinita Fulgor: oscurata l'Enel al supplementare 93-92

La MarcoPolo sprofonda fino a -17 a metà terzo quarto poi rimonta, conquista il supplementare e vince all'ultimo secondo. Da monumento equestre Nicola Natali e Tony Easley.

Francesco Mazza18 dicembre 2011
5

Quando si dice lo sport più bello del mondo, si pensa a partite così: da montagne russe, colpi su colpi, da “capolinea, gente” e rinascite, per finire con il colpo di teatro che risolve una trama intricatissima. C'è tutto il senso della pallacanestro in Fulgor-Enel, in quei 3.000 e passa forlivesi che dopo aver umettato le labbra pronti a fischiare una squadra molle molle per 3/4 di gara – capace di sprofondare a -17 al 34' sotto le bordate di Jimmy Lee Hunter (40 punti alla fine) e Callahan – alla fine invece invade il campo per abbracciare i propri beniamini, festeggiare il successo all'ultimo secondo e cantare un “Romagna mia” che avrebbe commosso pure Secondo Casadei. Questo è il basket. Uno sport dove i divari sono nulla se poi c'è gente che lotta come Nicola Natali il “panchinaro” che guida l'aggancio nel IV quarto e difende su Hunter nell'azione decisiva. O Tony Easley che, ben spalleggiato da un concretissimo Austin Freeman, dopo un avvio a passato a guardare Borovnjak, mette il turbo e punto su punto, libero su libero, riporta in scia Forlì. Al loro fianco davvero ottime cose dal solito solidissimo Shawn Huff e da uno Stefano Borsato da 18 punti

Primo quarto – Primi inchiostri del taccuino per segnalare gli applausi di rito e d'affetto per il capitano della rimonta dello scorso anno, Mitchell Poletti in estate finito a Brindisi. Passando al parquet le prime azioni mostrano Joe Trapani particolarmente inspirato: il passaportato segna (5 punti) e ispira il primo strappo romagnolo, 9-7 (2'30”). Mentre Forlì fatica a tener gli uno-contro-uno, tre giochi a due tra Renferoe e Borovnjak esaltano il centrone brindisino che pareggia. Due triple consecutive di Borsato (15-13, 5') ridanno fiato ma l'Enel non molla l'osso, poggiandosi su un califfo come Hunter: 19-21. Davanti a difese burro, sceltissimo burro alpino, i tiratori si esaltano e oltre all'USA brindisino, Trapani infiamma la retina da 6,75 metri. Nel rush finale Forlì prova a mettere il turbo con Freeman ma i biancoblu ospiti tengono il ritmo riuscendo a sigillare il quarto testa avanti con Maestrello da 3: 27-28.

Secondo quarto – Troppo grasso nel primo quarto per averne anche nel secondo: pronti via e le percentuali calano vertiginosamente. Forlì mostra una buona difesa zona 2-3 riuscendo prima a mantenere gli equilibri poi ad accennare una timida fuga: 31-29 su dunk di Easley (14'). L'Enel è spenta, senza le scintille di Hunter e Ndoja in ombra, ma Forlì non colpisce ciccando ripetutamente dalla distanza (0/4 le statistiche da 3 del periodo). Nell'apatia generale ecco tornare in scena Jimmy Lee Hunter che di puro talento entra nel pitturato e dalla distanza per il -7, 31-38 del 17'30”. La MarcoPolo è annichilita dalla difesa brindisina (nei 10', solo 10 i punti siglati; d'altronde i ragazzi di Bucchi sono la squadra migliore del campionato) non sfrutta neppure il raggiunto bonus (appena 2 i liberi tirati negli ultimi 5'). Callahan rimpingua il suo bottino (33-41, 29') ma Borsato per fortuna ci mette una pezza: 37-43, 20'.

Terzo quarto – Durante l'intervallo evidentemente il lato oscuro della Forza s'impadronisce della FulgorLibertas che rientra in campo spenta, pasticciona e in preda a 1000 dubbi tattici tutti legati alle già assodate pecche sull'asse play-pivot. Perché a questo punto della partita pare palese che Marino non è regista da quintetto in L2 e Easley fatica a diventarne protagonista... La ragnatela brindisina irretisce Forlì che lotta ma racimola pochissimo. L'accelerazione Enel è nell'aria: Callahan a rimorchio al 22' comincia a scavare il gap (37-46, 22'), Borovnjak e Hunter fanno il resto per il 39-53 del 24'. L'Enel è una roccia scagliata contro il gesso difensivo romagnolo (39-56, 25') ma la reazione c'è con il trio tutto cuore Borsato-Huff-Natali: 49-59, 27'. Ndoja spegne gli entusiasmi dalla lunga (49-62) mentre sugli spalti il clima si scalda per le fastidiosissime trombette dei tifosi brindisini. Uno sfondamento di Freeman non evita di limare il divario fin sulla soglia psicologica del -10, siglato dalla lunetta di Natali: 56-66.

Quarto quarto – Quello che dovrebbe essere l'ultimo periodo si apre col cesto del co-Mvp (con Easley), Nicola Natali (58-66). Hunter fa tripla e fallo per il 58-70 del 31' e parrebbe la fine di ogni sogno di gloria. Invece? Invece macina lenta Forlì che comincia, cesto su cesto, a prender fiducia dei propri mezzi. Marino mette il primo mattoncino (61-70, 32') ma è Easley finalmente in versione Tony “Tanta roba” Easley a metter in seria difficoltà i lunghi pugliesi raccogliendo messe di falli e conseguenti liberi. Vero passaggio chiave è un antisportivo di Renfroe su Easley involatosi a schiacciare dopo una rubata di Freeman. Tony fa 2/2 e sulla rimessa Austin guadagna altre due carambole per l'insperato -4, 70-74, del 36'. Hunter e Callahan ripagano con la stessa moneta (72-78), senza spegnere però i romagnoli che trovano in Natali il proprio vessillifero: l'ala toscana non solo difende ma prima insacca dalla distanza il -1, 79 -80 (1'30”) poi il pareggio: 80-80 a 57” dal 40'. Ancora Hunter riporta l'Enel in luce (80-82, 43”) ma stavolta è Freeman a riequilibrare segnando su rimbalzo su suo stesso errore. Mancano 28” e la palla, ovviamente va a Hunter che la gestisce in proprio sbagliando dalla media. Stesso fa Forlì che pasticcia parecchio sulla rimessa. Si va così al primo supplementare della stagione.

Supplementare – Squadre contratte – potrebbe esser diversamente? – fanno sì che il ghiaccio sia rotto solo dopo 1' abbondante da un libero di Callahan (82-83). L'ala-centro proveniente dal campionato tedesco trova spazio in area dando man forte al solito Hunter per la fiammata che potrebbe uccidere la partita: 85-90 a 1'30” dalla fine. Un piccolo abisso colmato dal cuore biancorosso. A metter la firma è il duo USA di lato forlivese con Freeman in percussione e Easley a infiocchettare un cesto e fallo per il pareggio, 90-90 a 45”. Hunter – sempar lò... – graffia (90-92). Risponde Freeman guadagnandosi un fallo a 12” dalla sirena. L'ex Georgetown centra il primo, sbaglia il secondo ma ecco Easley che recupera la palla e tira la preghiera che Huff recupera per il 93-92. Tutto il PalaFiera è in piedi. Il tabellone segna solo 8”4 di gioco. Rimessa e palla a Hunter che ottimamente difeso da Natali spara sul ferro. Ed è subito festa.

 

MarcoPoloShop.it FulgorLibertas Forlì 93

Enel New Basket Brindisi 92

PARZIALI – 27-28, 37-43, 56-66

ARBITRI – Di Francesco, Caroti, Conti

MARCOPOLOSHOP.IT – Borsato 18, Freeman 19, Huff 10, Trapani 10, Easley 20, Lestini, Bianchi ne, Natali 11, Casoli (k) 2. All. Nenad Vucinic

ENEL BRINDISI – Maestrello 3, Poletti, Hunter 40, Renfroe 6, Ndoja 6, Borovnjak 15, Callahan 18, Zerini ne, Giuri 4, Vorzillo ne. All. P. Bucchi

Annuncio promozionale

NOTE – Forlì: 2p 25/46 (54%), 3p 8/19 (42%), liberi 19/27 (70%), rimb. totali 38 (12 off); Brindisi: 2p 23/39 (59%), 3p 11/28 (39%), liberi 13/21 (62%), rimb. totali 36 (9 off); 3.000 spettatori (300 da Brindisi).

Tony Easley
basket
FulgorLibertas

5 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di IL MESSAGGERO

    IL MESSAGGERO CHE PARTITA....SUDATA MA BELLISSIMa ...emozioni su emozioni ...si in effetti eravamo un po' spenti come tifo...quelle caxxo si trombette...mi sa che se le sono messe nell....sederino ..ahahahah FORZA FORLI'...siete GRANDI ...e valete molto ...di piu' di quel che sembra...

    il 19 dicembre del 2011
  • Avatar di The Doctor Rossi

    The Doctor Rossi Walf ed i ragazzi questa volta si sono superati!!!Da lacrime il loro impegno nel spingere i Nostri verso questa meravigliosa impresa. Un po' come Max Blardone in Val Badia o la neve a Forlì!

    il 19 dicembre del 2011
  • Avatar anonimo di Twittina

    Twittina Mi sono divertita tremendamente! Ma la tifoseria era in sciopero contro quelli del Marini?

    il 19 dicembre del 2011
  • Avatar anonimo di Enrico ex Destro P

    Enrico ex Destro P Non so se ho sofferto di più per la partita o per le fastidiosissime trombette dei trulli boys.

    il 19 dicembre del 2011
  • Avatar di Mattia

    Mattia Il BRINDISI lo facciamo noi!

    il 19 dicembre del 2011