"Addio, Campione": mercoledì l'ultimo saluto a Vigor Bovolenta

I funerali di Vigor Bovolenta si svolgeranno mercoledì 28, alle 16 a Taglio di Po. L'ex centrale azzurro della Volley Forlì, stroncato da un malore sabato sera sul campo della Lube Macerata, verrà tumulato nella tomba di famiglia

I funerali di Vigor Bovolenta si svolgeranno mercoledì alle 16 a Taglio di Po. L'ex centrale azzurro della Volley Forlì, stroncato da un malore sabato sera sul campo della Lube Macerata durante il match di campionato, verrà tumulato nella tomba di famiglia nel paese in provincia di Rovigo. La Softer Volley Forlì, in collaborazione con Start Romagna, mette a disposizione due pullman gratuiti, che partiranno dal PalaCredito di Romagna alle 12.30. Prenotazione presso la sede di Corso Diaz, in orario d’ufficio, al numero 0543 36655.

Sarà presente in rappresentanza dell’Amministrazione comunale di Ravenna l’assessore allo sport Guido Guerrieri. In questi giorni sono stati presi contatti con Luca Casadio, presidente della Robur Angelo Costa per organizzare una manifestazione sportiva da dedicare allo sportivo prematuramente scomparso.

AUTOPSIA - Martedì si è svolta nell'ospedale di Macerata l'autopsia. L'esame, disposto dal pm Claudio Rastrelli, è stato condotto dal medico legale Mariano Cingolani, dell'Universita' di Macerata, e dal tossicologo Rino Froldi. Presente anche un medico nominato dalla famiglia dell'atleta. Anni fa il campione aveva avuto un soffio al cuore, ma l'abilitazione alla pratica sportiva - sulla base degli esiti dei costanti accertamenti sanitari - non era mai stata interrotta.

Gian Paolo Montali, suo tecnico in azzurro e poi a Roma nella stagione 1998-99, ricorda che Vigor "aveva una conformazione del torace particolare, e per questo, soprattutto negli allenamenti di preparazione fisica, veniva monitorato con l'holter", l'elettrocardiogramma di 24 ore. Ora, come causa del decesso, si ipotizza un'aritmia improvvisa o un infarto. Il magistrato ha disposto l'acquisizione di tutte le cartelle cliniche e la documentazione sanitaria utile all'inchiesta.

SOCCORSI - L'atleta è stato soccorso in tempi velocissimi al palasport di Fontescodella: quattro minuti dopo la chiamata al 118, arrivata alle 22.12, l'auto con il medico e l'apparecchio defibrillatore a bordo era già sul posto. Dopo un primo tentativo di rianimazione in campo, alle 23.10 Bovolenta è entrato al pronto soccorso dell'ospedale di Macerata: ad attenderlo c'erano un rianimatore e un cardiologo, che con il medico del 118 hanno continuato le manovre di defibrillazione, somministrato farmaci e tentato la rianimazione cardiopolmonare.

Tutto inutile: il decesso è stato registrato alle 23.50; il referto indica la morte per arresto cardiocircolatorio. "Quando mi ha detto 'Stefano mi gira la testa', ho pensato a un calo di zuccheri, lui ha provato a uscire ma si è accasciato al suolo", così l'allenatore forlivese Stefano Mascetti ricorda gli ultimi istanti. Vigor ha provato a tenersi appoggiandosi ad un compagno di squadra, una mano sul fianco, dalla parte del cuore. Poi il crollo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio nella zona industriale, un nuvolone nero altissimo preoccupa i forlivesi

  • Coronavirus, il ringraziamento dell'azienda ai suoi dipendenti: un aumento in busta paga

  • Coronavirus, altri due morti a Forlì. I casi nel Forlivese salgono a 335

  • Bar aperto e colazioni ai clienti: tutti finiscono multati. Trovato aperto anche un minimarket: chiuso e multato

  • Coronavirus, rallenta ancora la crescita dei contagiati. Ufficializzate le prime guarigioni forlivesi

  • Coronavirus, frenano i contagi nel Forlivese. Ma si segnala un morto in più in città

Torna su
ForlìToday è in caricamento