MotoGp, clamoroso errore di Marquez. Rins beffa Rossi. Dovizioso nuovo leader del campionato

E il Gran Premio delle Americhe trova un nuovo "sceriffo": vince a sorpresa la Suzuki di Alex Rins

Il colpo di scena si materializza a 12 giri dalla fine. Un Marc Marquez avviato agevolmente alla settima vittoria consecutiva ad Austin commette un clamoroso errore, finisce a terra ed abdica. E il Gran Premio delle Americhe trova un nuovo "sceriffo": vince a sorpresa la Suzuki di Alex Rins davanti a Valentino Rossi (Yamaha) e Jack Miller (Ducati Pramac). Andrea Dovizioso, scattato dalla 13esima posizione, risale fino alla quarta posizione e si riprende la vetta del campionato con 54 punti, con tre punti di vantaggio su Rossi, cinque su Rins e nove su Marquez, fermo a 45.

Il copione della gara prevedeva la fuga di Marquez dalla pole e gli altri a vedere il 93 col binocolo. E così è stato, almeno nelle prime battute. Il "marziano" in poche tornate ha accumulato oltre 3 secondi su un consistente Rossi, poi il colpo di scena. Mentre si involava alla settima perla ad Austin si è materializzato quello che in pochi avrebbero immaginato. A 12 giri dalla fine il campione del mondo è entrato di prepotenza alla curva 12, perdendo la sua Honda e finendo a terra. Marquez ha cercato di ripartire, ma nel tentativo di mettere in moto nuovamente la sua RC213V è caduto stremato.

Hanno ringraziato dell'anticipato regalo pasquale gli avversari. Rossi ha pregustato a lungo il ritorno alla vittoria (manca da Assen 2017), ma a quattro giri dalla fine, in crisi di gomme, ha subìto l'attacco di Rins, che, come un'ombra, lo ha braccato per tutta la gara. Lo spagnolo ha gestito e riportato alla vittoria la Suzuki dopo due anni. Il "Dottore" si è consolato col secondo podio consecutivo davanti ad un consistente Miller. Dovizioso, scattato dalla tredicesima posizione, è balzato subito al sesto posto; poi ha dovuto remare con una Ducati non al top.

In una domenica agrodolce per il forlivese il quarto posto lo lancia in vetta al campionato. Positiva la prova di Franco Morbidelli, quinto con la Yamaha del team Petronas davanti alla Ducati di Danilo Petrucci. Disastroso il weekend della Honda: oltre al ko di Marquez la casa con le ali ha dovuto fare i conti con la caduta di Cal Crutchlow (team Lcr) e del ritiro di Jorge Lorenzo per un problema tecnico. Ottimo il nono posto del campione del mondo della Moto2 "Pecco" Bagnaia, alla sua prima top ten con la Ducati del team Pramac.

Il campionato dopo le lunghe trasferte extraeuropee, si appresta a tornare in Europa: Jerez De La Frontera (5 maggio) sarà un'importante banco di prova per Dovizioso, Rossi e Marquez, i fantastici tre di questo inizio di stagione. Senza dimenticare il quarto incomodo: Rins, appunto.

Potrebbe interessarti

  • Sos matrimonio estivo: come vestirsi per essere al top

  • Aperitivi a Forlì: 5 locali per un happy hour all'aria aperta

  • Niente aria condizionata in casa? Ecco 5 consigli per non sentirne troppo la mancanza

  • Sfratto per gli scarafaggi: come allontanarli da casa una volta per tutte

I più letti della settimana

  • Investite su viale Roma: due giovani ferite, una portata con l'elicottero a Cesena in gravi condizioni

  • Liceo Scientifico, una vacanza oltre l'8 per 370 studenti: l'elenco dei bravissimi

  • Arrivano le prime bollette di Alea, ma in molti ancora non vedono il risparmio: ecco i motivi

  • Grave incidente in viale Roma: atterra anche l'elimedica

  • In preda all'alcol litiga con la madre e poi si lancia dalla finestra di casa: è in prognosi riservata

  • Incidente nel pomeriggio sul tratto forlivese dell'A14: lunghi incolonnamenti

Torna su
ForlìToday è in caricamento