Il pesista forlivese Marco Monti solleva 181 chili dalla panca e vince l'interregionale

Una vittoria è andata ad un altleta forlivese, Marco Monti, che ha gareggiato nei pesi massimi +107kg  per una societa di Rimini, la "Pesisti riminesi", mentre in passato è stato 10 anni al Cab Bologna

Domenica si sono svolte a Novellara (Reggio Emilia) le qualifiche nazionali della FIPE, la federazione di sollevamento pesi. Erano le qualifiche nazionale per accedere agli assoluti che si svolgeranno in settembre a Taranto della specialita distensione su panca. Le specialita nella FIPE sono due, una è la disciplina olimpica strappo e slancio mentre l'altra è la distensione su panca piana o alzata di potenza. In base ai chili sollevati in ogni comitato alla fine delle qualifiche in tutta italia vengono stilati il primi 6 atleti per ogni categoria di peso che saranno pubblicati in seguito nel sito federale.

Una vittoria è andata ad un altleta forlivese, Marco Monti, che ha gareggiato nei pesi massimi +107kg  per una societa di Rimini, la "Pesisti riminesi", mentre in passato è stato 10 anni al Cab Bologna. Spiega Monti: "E' la decima volta che vinco gli interregionali e per 10 anni consecutivi dal 2009 mi qualifico per i campionati italiani assoluti dove sono giunto secondo con 193 kg sollevati nel 2013 e due volte terzo, nel 2015 e 2016, con 190 kg sollevati e terzo nel 2011 con 191 chili. Sono uno degli atleti piu forti d'italia dal 2009".

"A Novellara ho vinto  gli interregionali con 181kg validi. Purtroppo non ho potuto fare un peso piu alto perche in una delle tre prove a disposizione ho commesso un errore e ho preso in una prova una non validità. Spero nonostante questo errrore che non mi ha permesso di fare i miei soliti totali di potermi qualificare anche quest'anno per gli assoluti". Il regolamento è quello paralimpico praticamente ci si distende sulla panca piana si distacca il bilanciere rimanendo a braccia tese fino al comando del giudice di via a quel punto si scende col bilanciere al petto e ci si ferma un secondo al petto prima di effettuare la spinta con carico sfiorante al petto (affondo è nullo) dopo di che si effettua la spinta che deve essere omogenea non asimmetrica. 

Potrebbe interessarti

  • Cattivi odori addio: ecco come pulire i bidoni della spazzatura

  • Proteggi la tua casa dai ladri: 9 consigli da applicare prima di andare in vacanza

  • Micosi sulle unghie dei piedi: 5 rimedi naturali

I più letti della settimana

  • Con il rombo orgoglioso delle Harley, l'ultimo saluto a Filippo Corvini: "Vivete come lui, col sorriso sul volto"

  • Incendio nella zona industriale, in fiamme rifiuti industriali: fumo visibile a chilometri di distanza

  • Ha combattuto per anni contro un tumore: si è spento il cuore generoso del pizzaiolo Giovanni Fasciano

  • Lui pedala, lei ruba abilmente: la coppia di sposi torna a colpire, ma la Polizia la stana

  • Ha combattuto la Sla con "la dignità di una leonessa": addio a mamma Cristina

  • Sorpresi dalla violenta grandinata: paura per due escursionisti

Torna su
ForlìToday è in caricamento