Luigi Barilari in sella alla bici per la corsa più lunga del mondo

Luigi Barilari e il suo team sono pronti per la Raam Race Across America. Giovedì il ciclista di Forlì volerà a Los Angeles per partecipare alla Raam Race Across America che prenderà

Luigi Barilari e il suo team sono pronti per la Raam Race Across America. Giovedì il ciclista di Forlì volerà a Los Angeles per partecipare alla Raam Race Across America che prenderà il via il 13 Giugno da Oceanside (California) e si concluderà dopo 12 giorni (il 25 Giugno) a Annapolis, nello Stato del Maryland. La Raam Race Across America è la gara ciclistica più lunga al mondo: 4.810 chilometri no-stop, dall’oceano Pacifico all’Atlantico, da percorrere in solitario nel tempo massimo di 12 giorni. I partecipanti alla gara ciclistica, della stessa categoria di Barilari, sono solo una quarantina di varie nazionalità e solo due gli italiani iscritti.  

La presentazione di Luigi Barilari e del Team  
Il 16 maggio scorso, nella sala Congressi della Fiera di Forlì, è stata presentata alla stampa, agli sponsor, e agli sportivi di Forlì, la grande impresa ciclistica che Barilari si accinge a compiere.  Oltre 400 persone, presenti quella sera, hanno visto il filmato relativo a due precedenti edizioni della Raam Race Across America portate a termine con successo da Alfiero Tassinari e da Sabrina Bianchi. Barilari ha poi raccontato un po’ della sua storia ciclistica, dei successi fin qui ottenuti e delle motivazioni che lo hanno spinto a buttarsi in questa nuova e affascinante impresa sportiva. Barilari ha inoltre presentato il suo Team manager Mauro Farabegoli, direttore sportivo residente a Gambettola, che vanta molta esperienza come preparatore di ciclisti per questo genere di gare, e i dieci componenti della squadra, tutti romagnoli di Forlì e del cesenate. Questi i loro nomi: Davide Adamo, Marino Balzani, Massimiliano Dall’Ara, Vincenzo D’Altri, Bartolo Fazio, Andrea Lombardi, Alberto Pirini, Paolo Rossi, Mattia Suzzi. Al termine il pubblico in piedi ha salutato Luigi Barilari con un brindisi e con il classico: “in bocca al lupo”.   

Luigi Barilari e Mauro Farabegoli sono pronti e motivati, hanno studiato il regolamento, il percorso, l'organizzazione dei compiti e dei ruoli di ciascuno componente del team, perchè sanno bene che sarà un mix di regole e passione a mantenere notte e giorno la necessaria armonia nello staff, consapevoli tutti che solo se il gruppo funziona sì può compiere l'impresa.
Nei 12 giorni di gara quattro componenti del team seguiranno Luigi Barilari su quello che viene chiamato "escort vehicle" , ovvero l'auto che notte e giorno gli fornirà il supporto lungo tutto il percorso e che non lo perderà mai di vista. L'altra parte della squadra avrà il compito altrettanto importante di gestire il camper che lungo il percorso ospiterà Barilari e l’equipaggio dell'autovettura al suo seguito, per consentire a lui e a tutto il team di riposarsi e rifocillarsi.
La trasferta americana di Barilari e del suo staff  è resa possibile grazie al sostegno finanziario di una decina di aziende di Forlì e Cesena che hanno messo il loro logo nella bicicletta e sulla maglia del ciclista forlivese.    

Come si svolge la Raam Race Across America
I ciclisti dovranno pedalare giorno e notte e nel lungo percorso attraverseranno 12 stati americani: California, Arizona, Utah, Colorado, Kansas, Missouri, Illinois, Indiana, Ohio, West Virginia, Pennsylvania, Maryland. Un’impresa titanica che ha davvero dell’incredibile, basti pensare che gli atleti dovranno pedalare notte e giorno, riposando al massimo due o tre ore, e percorrere non meno di 400 chilometri al giorno in sella alla bicicletta. Lungo il percorso paesaggi e condizioni climatiche differenti fra loro: dai deserti di California ed Arizona, con temperature torride fino a 45°, alle Montagne Rocciose del Colorado dove si sale oltre i 3500 metri di altitudine, col termometro che scende a 0° nelle ore notturne. Il Kansas, con le sue pianure sterminate e le strade infinitamente diritte, e poi i verdi Stati del Missouri, Indiana e Ohio. Ed infine, negli ultimi giorni, le asperità dei Monti Apalachi che prosciugano le ultime energie di chi si accinge a portare a termine l'impresa.

Un po’ di storia di Luigi Barilari.
Barilari, classe 1955, dipendente della C.N.A di Cesena, coniugato, due figli, residente a Forlì. Si è innamorato della bicicletta da corsa fin da giovanissimo e per oltre 30 anni la bicicletta è stata la sua fedele compagna. Dopo gli anni delle pedalate domenicali, nel 1996 inizia a cimentarsi nelle “granfondo” dove correre in bici non è più solamente una piacevole fatica ma è qualcosa di più articolato, fatto di allenamenti e di costante preparazione. Cresce in lui l’ambizione e la voglia di mettersi alla prova. Nel 2007 le prime “Randonnée”, come la Parigi-Brest-Parigi e poi le “Ultracycling” , ed infine le Raam.

Come seguire Luigi Barilari durante la gara.
Il canale principale per rimanere aggiornati sull’andamento della gara, sarà il sito ufficiale di Luigi Barilari, www.luigibarilari.it, sul quale verranno pubblicate quotidianamente le notizie.
Da qui si potrà accedere direttamente alle pagine Facebook e Twitter di Luigi Barilari. Si potrà inoltre consultare il sito ufficiale della RAAM www.raceacrossamerica.org dove, nell’apposita sezione, saranno disponibili tutte le informazioni sull’andamento della gara. Tramite l’indirizzo di posta elettronica info@luigibarilari.it, sarà invece possibile far giungere in America il proprio e sostegno e la propria partecipazione a Luigi Barilari e alla sua squadra.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Punta un euro su un gratta e vinci e non crede ai propri occhi: il "Sette e mezzo" è fortunato

  • Nel weekend tornano freddo e neve, ecco dove sono attesi i fiocchi. Ma l'inverno non decollerà

  • E' confermato il ritorno della neve, ecco dove sono attesi i fiocchi bianchi: allerta "gialla"

  • Donna in carrozzina investita sulle strisce pedonali mentre attraversa vicino al supermercato

  • Porta l'auto dal meccanico e dal cofano spunta una micia: "E' una gatta di casa, cerchiamo la sua famiglia"

  • Pit stop "stupefacente" dal gommista: la Squadra Mobile scopre il canale della droga per Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento