MotoGp, è il weekend di Misano. Dovizioso: "Sto bene. Ho una gran voglia di correre"

"DesmoDovi" dà appuntamento a Misano ai suoi tifosi: "E' un circuito che per me è speciale"

"Sono in forma e ho una gran voglia di correre". Andrea Dovizioso si tuffa nel weekend del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, 13esimo round del Motomondiale. Per arrivare al top all'appuntamento di casa, il portacolori della Ducati si è allenato duramente nello sterrato col motocross insieme ai compagni di squadra Danilo Petrucci e Michele Pirro. Smaltiti i danni fisici riportati nel Gran Premio di Gran Bretagna, Dovizioso proverà a ripetere i risultati degli ultimi due anni a Misano: nel 2018 ha dominato la gara fin dalle prime battute ed ha ottenuto una delle vittorie più belle della sua carriera, mentre nel 2017, sul bagnato, è arrivato al traguardo in terza posizione. Le previsioni meteo per il weekend sono positive: sole e temperature gradevoli.

"DesmoDovi" dà appuntamento a Misano ai suoi tifosi: "E' un circuito che per me è speciale, vicino a casa mia e dove sono sicuro che il supporto dei fan sarà fantastico. L'obiettivo sarà quello di ripertere i risultati delle ultime due stagioni in cui siamo saliti sul podio e siamo stati competitivi per tutto il fine settimana". Durante la due giorni di test la Ducati ha sofferto il poco grip: "Non ero ancora al 100%, ma adesso sto bene". Dovi è pronto quindi a dare battaglia.

Anche Danilo Petrucci è già salito sul podio di Misano. Il pilota di Terni, forlivese d'adozione, è infatti arrivato secondo proprio nel 2017 alla guida della Desmosedici GP del Pramac Racing Team e quest’anno è deciso a migliorare sul circuito romagnolo i risultati delle ultime gare. Durante i due giorni di test andati in scena poco più di una settimana fa su questo stesso circuito, Petrucci ha girato con buone sensazioni e concluso con il secondo miglior tempo.

"Correre in Italia è qualcosa di unico e se lo fai con una moto italiana come la Ducati è ancora più speciale - escalma "Petrux" -. Nelle ultime gare siamo stati lontani dal podio ma dopo le buone sensazioni che ho provato nei test di qualche giorno fa qui a Misano posso dire di essere pronto per fare un weekend al massimo". Tuttavia Petrucci si aspetta un weekend insidioso: "Non sarà facile perché anche i nostri rivali hanno fatto due giorni di prove e sicuramente arriveranno preparati, ma io sono rimasto particolarmente soddisfatto del feeling che ho trovato con la moto e quindi sono molto fiducioso. Vedremo se le condizioni della pista saranno simili a quelle del test, perché sapere interpretare bene le condizioni dell'asfalto e il consumo delle gomme sarà fondamentale".

Al fianco di Dovizioso e Petrucci ci sarà anche il tester Michele Pirro: "Finalmente siamo arrivati ​​a Misano e ho l'opportunità di correre un’altra gara in MotoGP. Al Mugello sono rimasto abbastanza soddisfatto del mio risultato anche se penso che avrei potuto finire un po’ più avanti. Il mio obiettivo è quello di aiutare la squadra, ma voglio anche dimostrare a me stesso che posso essere sempre competitivo in gara. Dopo i due giorni di test tutti sappiamo che la temperatura dell'asfalto e la gestione delle gomme saranno fattori chiave per raggiungere un buon risultato in questo fine settimana, e siamo fiduciosi di poter fare una bella gara domenica". Il primo contatto con la pista avverrà venerdì alle 9:55 per la prima sessione di prove libere. La gara è in programma domenica alle 14, sulla distanza di 27 giri.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Tragedia sui binari, muore una 13enne. Traffico ferroviario in tilt: cancellazioni e ritardi

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Un forlivese taglia il traguardo dell'Ironman 2019 tra i primi cinque

  • Dopo la collisione cade sull'asfalto, le auto lo schivano: paura in A14 per un centauro

Torna su
ForlìToday è in caricamento