Il Forlì chiamato al riscatto, mister Gadda non sottovaluta il Bellaria

Gadda ancora non ha deciso l'undici titolare: "Non ho ancora deciso, i ragazzi non sanno chi gioca, quindi non posso darvi la formazione. Qualche dubbio ce l'ho"

Domenica i Galletti sono attesi in trasferta contro il Bellaria Igea Marina, attualmente all’ultimo posto della classifica, ma con una rosa totalmente rinnovata nel mercato. Per Massimo Gadda è l’occasione per riscattarsi dal pareggio con il Villafranca Veronese: “Mercoledì non abbiamo fatto un bel secondo tempo, però l’approccio alla partita è stato buono. Abbiamo rivisto il primo tempo, è stato buonissimo. Poi siamo andati un po’ in difficoltà. Abbiamo la possibilità di rifarci subito, con l’arma del campo, che è l’unica che abbiamo. Io sono tranquillo, i ragazzi stanno bene, si sono allenati bene”. 

Una partita da non sottovalutare: “Sulla carta è una partita scontata, ma è più difficile di quello che sembra. C’è un campo particolare, che non aiuta, è una squadra che conosciamo poco, della quale dobbiamo avere molto rispetto e affrontarla con umiltà. Dobbiamo andare là e cercare di ottenere un risultato pieno. Sarà una partita difficile”.Il mister dovrà fare a meno di Federico Salvi, infortunatosi contro il Villafranca e out per un paio di settimane, oltre a Gianluca Turchetta e Luca Bergamaschi, squalificato. 

Gadda ancora non ha deciso l’undici titolare: “Non ho ancora deciso, i ragazzi non sanno chi gioca, quindi non posso darvi la formazione. Qualche dubbio ce l’ho. Claudio Cola, Fabio Adobati e Pasquale Lo Russo in difesa ci saranno. Potrebbe riposare Marco Spinosa, uscito un po’ affaticato dalla partita di mercoledì”. I biancorossi per il mister non hanno avuto una flessione nell’ultimo mese: “Il Forlì col San Marino e a Ravenna meritava di vincere. Poi le partite sono così, a volte meriti di vincere e non vinci. A San Mauro abbiamo avuto una giornataccia, che ci può stare, e poi ci sono state le feste di mezzo, dobbiamo recuperare il ritmo. Mercoledì scorso almeno quattro o cinque giocatori hanno concesso qualcosa agli avversari dal sul piano fisico, per la prima volta quest’anno. Una cosa normale, non abbiamo preoccupazioni”. 

La sfida di domenica  sarà un’incognita, perché gli avversari hanno rivoluzionato la rosa: “Abbiamo visto il match del Bellaria con la Ribelle, sono stati in partita il primo tempo, poi quando hanno preso il 3-1 sono scomparsi. Però ci troviamo di fronte dei giocatori che è da poco che giocano insieme, avranno voglia di mettersi in mostra, quindi sarà una partita complicata, anche da preparare. Hanno cambiato tutti i giocatori. Vincere queste partite non è facile”.L’arbitro dell’incontro sarà Salvatore Bertolino di Terni. Gli assistenti Stefano Cicchitti (Chieti) e Vincenzo Recchiuti (Teramo).

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Manoni cambia sede dopo quasi due secoli: "Restiamo in centro, perché siamo parte del centro"

    • Cronaca

      E' morto l'imprenditore di Ceracarta Marino Bandini, il cordoglio di Rondoni

    • Cronaca

      "Banca di Forlì" si fonde con la "BCC ravennate e imolese": nasce una nuova banca

    • Cronaca

      Il Report della Caritas parla chiaro: "La crisi persiste e la povertà si normalizza"

    I più letti della settimana

    • Unieuro-Scafati: ufficializzato il calendario dei playout

    • MotoGp, Marquez domina in Texas. Rossi vola in testa al mondiale. Crisi Ducati

    • MotoGp, crisi Ducati. Dovizioso attacca: "Non c'è un piano ben preciso"

    • Unieuro, una vittoria per la fiducia: Chieti battuta 83-75

    • Cresce la febbre da Giro, a breve il calendario degli eventi. L'assessore Samorì ricorda Michele Scarponi

    • 16 anni da compiere, una carriera promettente: cresce bene il decatleta Francesco Amici

    Torna su
    ForlìToday è in caricamento