Petrascu ritrova il gol: "L'importante è vincere"

Tornato al gol dopo un lungo digiuno, Sebastia Petrascu sorride per la cavalcata vincente del Forlì. Dopo sette giornate i Galletti sono in testa al campionato insieme al Savona con 16 punti

Tornato al gol dopo un lungo digiuno, Sebastia Petrascu sorride per la cavalcata vincente del Forlì. Dopo sette giornate i Galletti sono in testa al campionato insieme al Savona con 16 punti, frutto di cinque vittorie, un pareggio ed una sconfitta. La squadra di Attilio Bardi è tra le più attive in attacco, con 15 reti, ma si è dimostrata particolarmente solida anche in difesa, con appena tre gol subìti. "Ora conta solo esser in testa", è il grido di battaglia del bomber romeno.

Per Petrascu Bardi gli ha riservato un nuovo ruolo che ad inizio stagione l'ha messo un po' di difficoltà. Ma nessun dissidio col mister: "Devo migliorare gara dopo gara - premette il centravanti -. La scelta di cambiare la mia posizione in campo è stata condivisa con il mister, per via delle caratteristiche mie e di Micio. Il fatto che lui sappia dare più profondità all'azione e che io invece possa essere più partecipe alla manovra, sono i motivi che ci hanno spinto in questa direzione. Credo che i risultati fino ad ora siano stati buoni. E' chiaro che mi piacerebbe segnare come l'anno scorso ma se sono più utile così per me va bene. Se non segno io lo può sempre fare un mio compagno."

Per il bomber romeno l'importante è la squadra: "L'importante è vincere ed arrivare il più in alto possibile. Fino ad ora ci siamo dimostrati forti, vedremo nelle prossime partite quello che riusciremo ad ottenere. Credo che il primato sia meritato perchè siamo migliorati molto in fase difensiva. Tutti, da noi attaccanti fino al portiere, mettiamo più attenzione in quello che facciamo, riuscendovi meglio dell'anno scorso, quando magari subivamo certe reti non per colpa solo della difesa ma dell'atteggiamento di tutta la squadra. Quest'anno non succede. In attacco poi siamo bravi e con le nostre ripartenze veloci prima o poi segnamo."

L'obiettivo resta la salvezza, da raggiungere "il prima possibile. Quello che magari verrà dopo non si sa. L'anno scorso ci era stato chiesto di vincere e l'abbiamo fatto. Dopo due partite ero personalmente convinto che ce l'avremmo fatta. Quest'anno vedremo come andrà." Domenica i biancorossi ospiteranno la Pro Patria: "Per noi è molto importante sapere d'avere tanta gente ad incitarci. Anche se per mentalità il nostro modo di giocare non cambia fra casa e fuori, ma è bello giocare davanti ai nostri tifosi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Furgone si scontra contro un'auto: tragedia sull'incrocio pericoloso della via Emilia, muore un 57enne

  • Sciagura sui binari, morto un giovane travolto da un treno: traffico paralizzato per ore

  • 13 modi di usare il bicarbonato di sodio che ancora non conosci

  • L'oroscopo della settimana dal 10 al 16 febbraio di Paolo Fox: la classifica dei segni zodiacali

  • Installati altri quattro Velo Ok: si completa a Forlì la mappa delle colonnine arancioni

  • Urla e danneggiamenti nel cuore della notte: trovato ubriaco in strada in maglietta e mutande

Torna su
ForlìToday è in caricamento