Tre sfide in sette giorni, la prima è un brutto ko: Caserta esulta al Palafiera

Ad aspettare Forlì una dura settimana con la trasferta a Montegranaro ed il big match di domenica prossima contro Verona (alle 12) al PalaFiera

Ahi Unieuro: dopo Mantova, arriva un’altra sconfitta per la truppa di coach Sandro Dell’Agnello, che al PalaFiera contro Caserta cede per 77-80. Biancorossi mai col match in mano ed in sofferenza dal primo all’ultimo secondo del match. Difesa ancora una volta sterile e percentuale davvero bassa (39.7% contro il 51.1% dei campani). I due punti erano fondamentali come dichiarato da Dell’Agnello alla vigilia, e peseranno certamente a fine campionato. Ad aspettare Forlì una dura settimana con la trasferta a Montegranaro ed il big match di domenica prossima contro Verona (alle 12) al PalaFiera, per riscattarsi e riprendersi da questo difficilissimo momento. Marini il più prolifico, autore di 21 punti. "Non riusciamo a fare una partita giocando quaranta minuti, e mi prendo le mie responsabilità - afferma Dell'Agnello -. Abbiamo fatto più canestri di loro da due, in contropiede, da rimbalzo d’attacco, però abbiamo tirato col 17% da tre, una variabile che va e viene. Abbiamo provato ad andare in area il più possibile, ma siamo discontinui. In 18 minuti a metà partita abbiamo preso 12 punti, poi negli ultimi cinque non siamo stati altrettanto bravi. La discontinuità la stiamo pagando cara".

La partita

Avvio caratterizzato da estrema calma e tranquillità dei biancorossi, più  in affanno invece gli ospiti, che sbagliano due liberi a 3’46’’ con Paci, sul 5-4. Bel recupero di Ndoja, che serve Marini permettendogli quindi di segnare i suoi primi due punti. I ritmi restano piuttosto bassi, Caserta si porta sul 9-12 grazie a Carlson dopo 5’45’’. Primo timeout dell’incontro speso da Dell’Agnello a 6’22’’ sull’11-14, dopo il canestro di Turel. Biancorossi che peccano di precisione e faticano a trovare varchi di fronte ad un avversario ben organizzato e che si porta a +7 grazie ai due liberi di Cusin a 7’39’’ (11-18). 2 su 2 anche per Lorenzo Benvenuti, poi Marini penetra all’interno dell’area e trova il suo sesto punto personale (15-18). Il vantaggio rimane invariato alla fine del primo quarto, con entrambe le squadre arricchite di due: 17-20.

Ci vogliono 2’6’’ di secondo quarto per vedere i primi punti di Erik Rush, che con una bomba ristabilisce la parità: 20-20. Forlì che non riesce ad imporsi, anzi rimane sotto e col passare del tempo perde lucidità sotto canestro. La perfetta parità la ristabilisce Marini dalla lunetta a 5’9’’ (26-26), facendo uno su due. Break Caserta con Carlson e Hassan (da fuori), e Paci che subisce fallo e realizza il canestro del 26-33, costringendo i padroni di casa al timeout. Alla ripresa del gioco, Paci insacca trovando quindi il massimo vantaggio ospite (8 punti). Altra tripla di Hassan che aggiorna la statistica dello scarto in favore degli ospiti: con 58’’ rimanenti, il tabellone dice 29-39. Prima del fischio, bombe di Carlson e Marini, poi Turel mette dentro un libero su tre e chiude quindi il secondo tempo sul 32-43, mettendo in seria difficoltà l’Unieuro.

Preme sull’acceleratore Forlì, che comincia con un break di 6 punti firmato Watson (da 3), Bruttini e Giachetti per il 38-43. Le squadre cominciano ad essere più lunghe e la partita più accesa, i padroni di casa riducono notevolmente lo svantaggio: a 7’9’’, Benvenuti realizza i due liberi valenti il 50-51. Errore da matita blu di Watson, che regala un pallone a Turel, facendo subire altri due punti ai suoi. Nell’ultimo giro di lancette, ‘Mo’ Watson entra di prepotenza in area e riporta avanti i padroni di casa (54-53), ma prima della terza sirena i campani trovano il canestro del 54-55: risultato totalmente in discussione in vista dell’ultima fase del match, ma coi biancorossi con una o due marce in più.

Giachetti serve Benvenuti per il 57-57 con poco più di 8’ restanti. Dell’Agnello toglie Ndoja per far rientrare Campori, che commette fallo. Carlson ne insacca uno, poi dopo un fallo di Rush Dell’Agnello chiama il timeout. Carlson questa volta li fallisce entrambi, poi Bruttini realizza subendo anche il fallo e realizzando il tiro libero: 60-58 a 2’58’’. Paci pareggia, poi Hassan subisce fallo e realizza i tre tiri a disposizione. 60-63 con 5’37’’ rimanenti. Botta e risposta Giuri-Ndoja, 63-65 che aumenta l’agonia in campo. Tripla di Hassan e doppio libero di capitan Giachetti, che esce per far spazio a Marini: 65-68 con 4’ tutti da vivere. 2 su 2 anche per Bruttini, poi Paci fissa il 67-70 prima del timeout, con 2’43’’ da giocare. Watson rosicchia due lunghezze a Caserta, che a 8’20’’ chiama timeout. Fallo di Rush, Giuri è cecchino e porta a 72 i suoi.

Altro timeout per Caserta, dopo il canestro in schiacciata di Watson servito da Rush, bravo nell’intercettare un lancio avversario. 71-72 con 50’’ da giocare, la tensione si sente anche sugli spalti. Terzo fallo personale per Bruttini, che viene immediatamente rilevato da Giachetti. Paci li realizza entrambi, per il 71-74. Marini riporta a -1 l’Unieuro, poi Carlson subisce fallo da Ndoja e realizza i due liberi. Marini subisce fallo e a 13’’ dal fischio finale fa 2 su 2: 75-76. Il 13 ferma poi in maniera irregolare Hassan, che realizza il doppio libero portando Forlì al timeout sul 75-78. Hassan subisce ancora gallo, questa volta da Giachetti: il 17 degli ospiti non ne sbaglia uno, poi Watson realizza ma inutilmente: Caserta espugna Forlì 77-80, tra i fischi del PalaFiera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva la neve di Santa Lucia, il parere dell'esperto: ecco ci attende nelle prossime 48 ore

  • Tra gli amici c'era anche l'orco: violentava una bambina di 11 anni durante le 'rimpatriate' del weekend

  • Doccia fredda sui lavoratori del centro commerciale: "Ridotti ulteriormente i festivi di chiusura"

  • Ci sono due bellezze di Forlì alla finale di Miss Curvyssima

  • Anziano trovato in mezzo alla strada morto con la sua bici in terra

  • Ancora un incidente in Tangenziale: scontro tra auto in galleria nella prima mattinata

Torna su
ForlìToday è in caricamento