homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Unieuro a valanga sul Cus Torino 108-64

Match senza storia per Forlì che travolge il team universitario piemontese nella prima del girone di ritorno. Gioie anche dagli altri campi con Cecina e Piacenza sconfitte a Livorno e Monsummano.

Forlì sorride sul proprio parquet e su quello altrui, all’esordio nel girone di ritorno. L’Unieuro che arrivava da regina alla 16° di campionato, prima alla boa del calendario, ne è uscita ulteriormente rafforzata: oltre a sgretolare i ragazzi del Cus Auxilum Torino (in un match che davvero aveva pochissimo di complesso da offrire alla truppa di Garelli) i biancorossi “festeggiano”, infatti, anche gli scivoloni esterni delle prime inseguitrici, Cecina e Piacenza. In particolare, i toscani ora sono a -4, gli emiliani a -6. Tradotto, significa che la prossima trasferta in riva al Tirreno (prima fatica dopo il riposo di domenica) non sarà decisiva per mantener la testa del girone A. La Befana non poteva portare doni migliori.

La partita – Sorrisi e facce da scampagnata per i giovanissimi ragazzi di Torino non annunciano gran bagarre. E il campo non delude le previsioni: tre transizioni rapide (frutto di altrettante rubate) valgono il 9-0 (con 5 di Vico) in appena 1'30”. Dentro al PalaGalassi è una pioggia di perse (21 a fine gara) di marca Cus, e Forlì, senza forzare, se la gode (17-2, 5'). Panzieri out per colpo al ginocchio destro alza di un'ulteriore spanna il già insormontabile muro per gli universitari piemontesi. Coach Arioli cambia i suoi per offrire maggior brio al gioco Cus. Garelli, idem ma per preservare i suoi gioielli, Vico e Ferri – per spremerli ci sarà tempo. Passata da poco la metà quarto l'Unieuro è a +20 (22-2, 6'10”). Il dislivello tecnico e fisico tra le squadre in campo è a tratti abissale: il pitturato di casa è off limits per i gracili lunghi ospiti, la palla romagnola schizza come un flipper tra i pali di Torino e c'è spazio anche per un coast-to-coast di Rotondo. Lo show figlia cifra tonda al '9 (32-2) che diventa +32 al 10', 34-2. Si spera che il II periodo offra qualche spunto in più; lo spera tutto il PalaGalassi che festeggia la tripla di Della Iacovo con un’ovazione (34-5, 10'20”). Il Cus stante l’invalicabilità dei lunghi Unieuro si affida ai tiri dalla distanza cogliendo un certo successo (6 su 9 nei secondi 10’) ma nulla che possa far tremare i locali. Ci sono minuti per Iattoni (partente? Non partente? Faenza e Rimini lo accoglierebbero come manna ma Forlì non lo cederà finché non avrà un cambio da tesserare, quindi non a breve) e spazio per numeri, su tutti Vico che offre un assist volante che Bonacini con un balzo felino e un’estensione di braccia monetizza. Al 20’ è +21,59-28, solo perché Forlì quasi si ferma. L'intervallo completamente speso negli spogliatoi dal Cus e i lampi della guardia-ala Di Matteo sono l'unico appunto lato gialloblu di una seconda metà di partita senza possibilità di alcun deragliamento. Tra gli esperimenti tattici di Garelli – ad esempio un quintetto con Vico play e il quartetto di ali Pigna, Iattoni, Pederzini e Arrigoni a riempire l'area – l'Uniero porta a casa la calza cucita Cus e consolida il primato.

Befana tra i bambini della Pediatria di Forlì – Nota dolce, pre partita l'hanno comunque vergata i biancorossi passando il primo pomeriggio in compagnia dei piccoli degenti del reparto di Pediatria dell'Ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì. Un bel gesto da metter nella calza dei ricordi.

Pallacanestro 2.015 Forlì – Cus Auxilum Torino 108-64
(34-2; 59-28; 77-45)


UNIEURO PALLACANESTRO 2.015 FORLI' – Rotondo 4, Rombaldoni, Vico 13, Iattoni 11, Ferri 7, Arrigoni 16, Pederzini 19, Pignatti 18, Bonacini 15, Zoboli 5. All. L. Garelli
CUS AUXILIUM TORINO – Russano 2, Blotto 3, Chiotti 8, Dello Iacovo 9, Di Matteo 19, Panzieri, Maino 11, Orsini 10, Murgia, Crespi 2. All. A. Arioli

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Dopo McCurry arriva a Forlì la grande fotografia di Sebastiao Salgado

    • Cronaca

      "Il San Domenico lavorerà 12 mesi l'anno". In arrivo nuovi ristoranti in zona

    • Cronaca

      Schianto tra un'auto e una moto: due feriti e l'autostrada in tilt

    • WeekEnd

      L'ultimo weekend di agosto si congeda con birra, musica e feste patronali: tutti gli eventi

    I più letti della settimana

    • 'Web Talent', l'intervista a Mastrangelo: "Scherzi telefonici, ormai al Milan non ci cascano più..."

    • Un brutto Forlì sconfitto dall'Albinoleffe: più espulsioni che gol

    • MotoGp, la sfortuna non lascia Dovizioso: caduta e distorsione del ginocchio

    • Dalle leggi dell'aerodinamica a quelle atletiche: l'ingegner Talamelli all'Ironman di Svezia

    • Per l'Unieuro è già tempo di test: sfida a porte aperte contro Imola

    • E' la granfondo ciclistica più temuta d’Europa: 28 forlivesi sfidano le Alpi

    Torna su
    ForlìToday è in caricamento