Cuore e grinta, l'Unieuro questa volta non sbaglia: asfaltata Chieti

Forlì vince Gara 3 contro Chieti e si porta sul 2-1: domenica si giocherà il primo match point al Palafiera per restare in A2

Foto di Alessandra Salieri

Una vittoria sola dall'agognata salvezza. Possibilmente da prendere a piene mani domenica (ore 18) nella bolgia assicurata dal tifo biancorosso del PalaGalassi. La Pallacanestro 2.015 strapazza Chieti e sbilancia l’ultima poule per la salvezza sul 2-1. Lo fa traendo lo slancio decisivo nel terzo quarto interpretato in maniera magistrale in difesa – con Golden tarpato e Mortellaro tornato a dimensioni umane (3 rimbalzi contro i 17 di gara 2…), Forlì è stata brava anche a tener a bada i “triplisti” Falluca e Venucci togliendo così ogni terminale alla Proger – e in avanti, giovando delle intuizioni offensive degli spiritati Adegboye (19) e Bonacini (12). Fondamentale nel momento della spallata decisiva (22-10 il break nel III: da 52-46 a 74-56) la ritrovata presenza in area di Ryan Amoroso e la sostanza portata all’ennesima potenza di capitan Ferri, lui sì autore di un play-out davvero positivo. Con questo approccio, di grande dedizione e intensità già in gara 4 l’Unieuro potrà chiudere i giochi. Ma serviranno tutte le attenzioni del mondo perché Chieti ha moltissimi punti nelle mani e una sola distrazione potrà girare il match.