Che meraviglia questa Unieuro: sfondata quota 100, annichilita Ferrara. Super Giachetti

Prossimo appuntamento domenica prossima alla stessa ora sul campo di Mantova, che oggi ha espugnato Roseto per 62-82

Che meraviglia questa Unieuro. Per la squadra di coach Sandro Dell'Agnello è arrivato il quarto successo stagionale, il secondo consecutivo. Una vittoria maturata dopo una partenza shock degna degli ultimi due minuti di mercoledì sera contro Milano, riuscendo nello sgambetto alla capolista Ferrara per 104-90 ed agganciandola a quota 8. I biancorossi, dopo aver rimontato un passivo di 13 punti, hanno messo all’angolo la formazione emiliana nel terzo quarto, concludendo con uno scarto a favore di ben 14 punti. Sugli scudi Erik Rush (20 punti) e capitan Giachetti (17 punti, con 25 di valutazione), 16 per un Watson a due facce.

"Abbiamo fatto una partita importantissima in attacco contro una delle migliori difese del campionato, e mi piacciono i nostri giocatori quando si passano bene la palla in attacco senza dare punti di riferimento - afferma coach Dell'Agnello -. Siamo stati doppiamente bravi perché la nostra partenza è stata inadeguata lasciando 17 punti in 5 minuti ad una squadra in fiducia, e non possiamo permetterci di farlo. Ma dopo questa gara c’è solo da essere contenti e soddisfatti, giocavamo contro la prima in classifica e l’abbiamo battuta". Prossimo appuntamento domenica prossima alla stessa ora sul campo di Mantova, vittoriosa a Roseto per 62-82.

La cronaca

Dell’Agnello comincia con Watson Jr, Marini, Rush, Ndoja e Bruttini. Partono forte gli ospiti, che a 1’50’’ si portano sul 3-7 grazie alla bomba di Campbell. Continuano poi a dare spettacolo gli emiliani: ancora Campbell da fuori, dopo appena due minuti e mezzo di gioco Dell’Agnello è costretto a spendere il timeout sul 3-12. Molto imprecisi i biancorossi al momento della conclusione, Watson in particolare non riesce a vedere il canestro: rumoreggia il pubblico di casa, quasi basito di fronte alla partenza di Forlì. Un’altra tripla di un’inossidabile Campbell, 4-17 a 4’23’’. Fuori due pessimi Watson e Marini, dentro Ndoja e il giovane Campori. Bomba del ‘gladiatore’, la prima dei romagnoli, che a 5’46’’ si portano a -7 (10-17) e Ferrara spende il timeout. Break Forlì, che con Benvenuti e Rush accorcia notevolmente (17-19 a 7’39’’) e riaccende l’entusiasmo del PalaFiera. Si portano poi per la prima volta in vantaggio i padroni di casa grazie alla bomba di Rush a 8’54’’ (22-21). All’ultimo istante Giachetti riesce a trovare il canestro del 24-21, chiudendo quindi un primo quarto davvero dinamico.

E’ da 3 il primo centro dell’Unieuro del secondo quarto, con Benvenuti che fissa il 27-23 dopo 1’3’’. Altra bomba, questa volta di Marini che trova da fuori i suoi primi punti dell’incontro. Comincia a salire l’agonismo in campo, Forlì chiama il timeout sul 33-32 dopo i punti di Beretta a 4’5’’. Due triple di un enigmatico Watson, intervallate dal doppio libero realizzato dall’ex Beretta: +4 Forlì. Giachetti arriva a 6 punti personali, come le lunghezze di vantaggio su Ferrara: 45-39 con 2’46’’ ancora da giocare. 2 su 2 dai 6.75 per Bruttini, che si conferma cecchino questa sera: 47-41. All’intervallo, Forlì si trova sopra di sette soprattutto grazie al miglioramento in fase difensiva: 51-44.

Alla ripresa del gioco, gli estensi rosicchiano in 2’48’’ tutto il vantaggio dei biancorossi, Dell’Agnello chiama quindi il timeout sul 53-53. Torna avanti l’Unieuro con la bomba di Rush, e dopo il botta e risposta Wiggs-Benvenuti Klaudio Ndoja fa esplodere il PalaFiera con una bomba valente il 63-57 e il timeout di Ferrara. Break di 5 firmato Benvenuti (3) e Rush, gli 11 punti di vantaggio (68-57) infiammano i tifosi di casa. L’entusiasmo del palazzetto trascina i giocatori che non sbagliano più un colpo: allo scadere bomba di capitan Giachetti che chiude la mezz’ora sull’81-63.

Pierpaolo Marini realizza dall’area e subisce fallo, mettendo dentro il libero a disposizione: 84-66 a 1’11’’. Ferrara non demorde, e sfrutta qualche evidente calo di concentrazione dei padroni di casa per accorciare lo svantaggio. Tripla di un ritrovato Watson, che porta sul 91-78 Forlì a 4’21’’. Standing ovation per Bruttini e Watson, che lasciano il posto a Benvenuti e Marini. Dilagano i biancorossi, che raggiungono quota 100 dopo i due liberi realizzati da Marini a 8’4’’, per il 100-84. Tripla di Rush poi che chiude virtualmente l’incontro con l’entusiasmo del PalaFiera. Dell’Agnello chiude il match con in campo il quintetto Kitsing-Dilas-Petrovic-Cinti-Campori, che contribuiscono nel mantenere il risultato finale di 104-90.

Tabellino

UNIEURO FORLÌ – KLEB BASKET FERRARA 104-90 (24-21; 51-44; 81-63)

UNIEURO FORLÌ : Rush 20, Kitsing, Giachetti 17, Campori, Watson JR 16, Petrovic, Marini 10, Cinti, Dilas 1, Benvenuti 16, Bruttini 11, Ndoja 13. All: Dell’Agnello.

KLEB BASKET FERRARA: Wiggs 18, Vencato 15, Petrolati, Fantoni 14, Baldassarre 9, Beretta 8, Panni 8, Buffo 2, Balducci, Ianelli NE, Campbell 14, Ebeling 2. All: Leka.

Spettatori: 3.726.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nella nebbia parcheggia l'auto e si mette a dormire: ma contromano e nella corsia di sorpasso della Tangenziale

  • Continua il tour romagnolo della Dea Bendata: dopo i gratta e vinci ecco il colpo con la Lotteria Italia

  • Assume cocaina, perde la testa e cerca delle scarpe tra le auto: non lo ferma nemmeno lo spray al peperoncino

  • Bel regalo di Natale in anticipo: gratta e vince una bella somma col 46 di Valentino Rossi

  • Postano su Facebook la foto del gatto rubato dal negozio: madre e figlia nei guai

  • "Aggiungi un posto a tavola"? Nemmeno per idea. Scoppia la lite tra amici e finisce a testate

Torna su
ForlìToday è in caricamento