Volley, Infotel avanti tutta. Ora sotto con Soverato

"Ho vissuto una grandissima emozione - spiega coach Alessandro Medri - del resto vincere fuori casa, contro una squadra di alta classifica come Montichiari non era facile"

A questa Infotel piace fare risultato fuori casa. Dopo aver ottenuto un importante punto a Loreto (impresa mai riuscita a nessuna squadra in stagione), martedì sera Forlì ha vinto a Montichiari, campo violato soltanto da Frosinone nei mesi scorsi. Un successo che testimonia come la squadra abbia definitivamente rialzato la testa, ritornando a mostrare quella forza e quella determinazione che soltanto in alcune occasioni si erano viste nelle prime partite della stagione

“Ho vissuto una grandissima emozione – spiega coach Alessandro Medri – del resto vincere fuori casa, contro una squadra di alta classifica come Montichiari non era facile. Le ragazze ci hanno sempre creduto dall’inizio alla fine anche quando eravamo sotto 2-1: siamo riusciti a trovare la grinta giusta, non abbiamo mollato e la vittoria è arrivata”.  

Un successo che influisce in positivo nello spirito e nella classifica.  “Questi punti sono importantissimi per la classifica, ma soprattutto per il morale. Sono punti che ci invogliano a continuare su questa strada, con lo spirito e l'atteggiamento che ho visto in queste prime due partite della mia gestione. Abbiamo lottato punto su punto, in ogni set, come ho chiesto prima del match”.

E ora sotto con Soverato, per ritornare a fare punti anche al Villa Romiti. “Restiamo con i piedi per terra e continuiamo a pensare partita dopo partita. Abbiamo un bel collettivo e dobbiamo solo trovare i giusti automatismi, come abbiamo mostrato a Loreto e a Montichiari. Con questa voglia e con questo entusiasmo sono convinto che la nostra squadra potrà arrivare lontano”. Il prossimo impegno della Infotel Forlì sarà domenica prossima alle 18 al Villa Romiti contro l’Assitur Corriere Espresso Soverato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Rapinatore armato dal dentista: arraffa l'anestetico, chiede scusa e lascia pure il "pagamento"

  • Coronavirus, il presidente Bonaccini: "Stiamo valutando la chiusura di asili nido, scuole, impianti sportivi e musei"

Torna su
ForlìToday è in caricamento