blog

  • San Mercuriale come Notre Dame nel 1173. Ma la basilica è ancora in piazza Saffi

  • Quando al Buon Pastore nacque la carità forlivese

  • Semplice e veloce, ecco come nasce il "Dolce sole" di Francy: la ricetta

  • Primavera = detox e risveglio, trova la tua combinazione

  • Dal pulpito all’acustica, c’è attesa per gli eventi alla chiesa di San Giacomo

  • Che fine ha fatto la Madonna del Giglio?

  • Antonio Canova intitolerà un istituto scolastico della città, qual è lo spazio per il Neoclassicismo a Forlì?

  • C’era una volta la Chiesa di Santa Maria della Neve

  • Le ricette di Francy, "minima spesa e massima resa": cheesecake allo yogurt greco e fragole

  • Rifiuti, nella notte scorrazzano i "folletti del rusco". Attenzione, se vi prendiamo...

  • Antichi palazzi, antiche memorie. Studiare oggi a palazzo del Merenda nelle sale delle raccolte Piancastelli

  • Quando l’acquedotto romano generò la Pieve

  • Le ricette di Francy: sfogliata di mele e marmellata

  • Storie sacre: decorare oggi gli spazi religiosi

  • Palazzo Albertini da Casa del Fascio a Camera del Lavoro

  • Quando il collegio Tartagni accoglieva gli orfani forlivesi

  • Pienone per Leonardo spiegato da Vittorio Sgarbi. Un racconto sulla divulgazione dell’arte

  • Cambia la Piazza, ma Saffi rimane

  • Compiono 25 anni le lunette degli artisti forlivesi nella chiesa di San Biagio

  • Quando gli anglo-americani bombardarono la Pianta

  • I benefici delle mostre. Il piacere di rivedere le opere esposte in contesti diversi

  • Quando Mussolini inaugurò il nuovo Collegio Aeronautico della Gil

  • Quattro chiese per una passeggiata culturale nella festa della patrona

  • Dal Cantone di Rialto la Piazza è in risalto

  • Winckelmann, Antonio Canova, Vittorio Sgarbi: un incrocio fortunato per tornare a parlare della scultura di Ebe