Forlì bella, forlì bella

  • Opere d’arte da guardare e manufatti da utilizzare

  • Due cardinali legano la cappella della Madonna del Fuoco a quella di San Pellegrino a Roma

  • Insegnare l’arte a distanza: dal Liceo Artistico una lezione sul metodo

  • Clemente Molli, lo scultore della Madonna del Fuoco, apprezzato ma ancora sconosciuto

  • La nuova divulgazione delle collezioni d’arte, ovvero quando i social diventano fonte per la ricerca

  • “Forlì bella” fa 100! Primo traguardo per il blog dedicato all’arte e alla cultura forlivese

  • Oltre i confini del cielo

  • Un’opera al mese, un soffitto al mese, una cupola al mese, una parete al mese. Tanti appuntamenti con la cultura che potrebbero diventare giornalieri

  • La Madonna del Fuoco, patrona dei forlivesi, nella fede, nell’arte e nel cibo

  • Ebe, dove? Si apre la riflessione sulla nuova ubicazione del capolavoro di Antonio Canova

  • Una collezione forlivese in esposizione a Velletri: le opere della Pinacoteca richieste per un importante progetto espositivo

  • Presepi ricostruiti, presepi scolpiti. L’arte e la tradizione si confrontano su un tema assai caro a un vastissimo pubblico

  • Nuova targa per il Liceo Artistico e Musicale di Forlì: cambiano anche le insegne pubbliche e si aggiornano nei materiali, nello stile e nella comunicazione

  • Luci accese e città addobbata per la seconda festa che precede il Natale: il 13 dicembre è Santa Lucia

  • Benedetta Bianchi Porro ispiratrice per grandi artisti

  • La festa di Santa Caterina concede la riscoperta di un’opera d’arte molto bella e poco conosciuta

  • Tra gli artisti forlivesi ci ha lasciato Angelo Ranzi, un appassionato dell’arte che la città non potrà dimenticare

  • Le decorazioni autunnali nei monumenti forlivesi, tra attributi estetici e significati iconologici

  • Chiesa del Suffragio, protagonista dei prossimi giorni di festa, è la meta di tanti percorsi artistici in città

  • Saffi al centro dell’attenzione. A Forlì un itinerario sul Risorgimento

  • Grandi artisti a Dovadola: il borgo dell’entroterra romagnolo si afferma anche nella cultura

  • La cultura veste l’autunno. Porte aperte alle collezioni private, agli itinerari guidati e alle passeggiate nel centro storico

  • Cibo nell’arte, qualità visiva da apprezzare o contenuto simbolico?

  • La copertura della facciata di San Mercuriale crea aspettative e domande sul risultato finale

  • Promuovere e valorizzare il paesaggio: nasce il progetto per la pista pedemontana grazie a Italia Nostra