Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

E' la prima in Emilia Romagna: Forlì sperimenta il prototipo della "Casa della salute urbana"

"Siamo un gruppo molto coeso - ha chiarito il cordinatore medico del Nucleo di Cure Primarie, dottor Marco Ragazzini - e abbiamo lavorato con molto entusiasmo a questo progetto per i nostri pazienti e per la città"

 

E' la nuova frontiera dei medici di base: dare assistenza a malati cronici in modo innovativo, puntando sulla prevenzione e su percorsi di cura continuativi nel tempo. In attesa della Casa della Salute urbana, i medici di medicina generale del Nucleo di Cure Primarie 2 hanno deciso di impegnarsi in un progetto che ha portato all'ampliamento dei servizi, con nuovi ambulatori e sale d'attesa nell'edificio di via Risorgimento 281 (sopra la farmacia comunale ex zona Iva), passando da 270 a 450 metri quadri. Nello spazio aggiuntivo presteranno servizio nove medici, per un bacino di oltre 12mila forlivesi assistiti. I medici che costituiscono il nuclei sono Morena Contri, Fabio Martines, Franco Pieri, Marco Ragazzini, Liliana Zambelli, Sara Cangialeoni, Eugenio Ghetti, Armadio Valpiani e Giulia Spazzoli. Nuovo anche il numero di telefono (0543/733442). Al taglio del nastro sono intervenuti anche il sindaco Gian Luca Zattini, affiancato da una delegazione della giunta, Stefano Boni, direttore del Distretto di Forlì, e l'amministratore unico di Forlifarma, Franco Sami.

"Con i nuovi spazi - aveva illustrato il coordinatore del Nucleo di Cure Primarie 2, Ragazzini – sarà potenziato ulteriormente l'ambulatorio per i diabetici, ne sarà istituito uno per  la bronchite cronica, munito di spirometro. E poi si guarda ancora più avanti:  "Sperimentare un ambulatorio per gravità e non per patologia, dato che molte patologie si sovrappongono per i cronici, un ambulatorio quindi per pazienti complessi". Sarà potenziato anche il personale infermieristico e la segreteria. Lo scopo è quello di sperimentare “modelli funzionanti in vista della Casa della Salute". A finanziare la "rivoluzione" che sarà sperimentata al nucleo di cure primarie 2 è Forlifarma, la società pubblica di gestione delle farmacie comunali, proprietaria dell'immobile di viale Risorgimento in cui si trova il nucleo medico. Anche la farmacia sottostante, la 'Comunale Zona Iva' è stata ampliata.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ForlìToday è in caricamento