menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Forlì un incontro pubblico su web economy

L'appuntamento è fissato per il 7 giugno, con l'obiettivo di promuovere la cultura di internet e della rete come strumento per uscire dalla crisi e favorire nuove opportunità per le aziende della provincia di Forlì-Cesena e i giovani della Romagna

"Imprese e web: tornare a crescere si può!" è il titolo dell'incontro che si terrà a Forlì, venerdì alle ore 9,15 alla Camera di Commercio, corso Repubblica 5. Una mattinata per presentare in anteprima agli imprenditori e alle istituzioni della provincia di Forlì-Cesena il programma culturale del Web Economy Forum (WEF) e il racconto dei risultati della ricerca su 100 casi di piccole e medie imprese italiane manifatturiere che hanno avuto successo utilizzando il web.

In apertura dell'incontro ci sarà l'intervento istituzionale della Camera di Commercio con il Presidente Alberto Zambianchi. Seguiranno i contributi di Luca De Biase, giornalista economico esperto di innovazione e nuovi media, Giuseppe Giaccardi consulente di strategia e Livia Bosi analista di ricerca. Poi la sorpresa: uno spazio di ascolto e collaborazione moderato da Lidia Marongiu, consulente di web strategy, nel quale gli imprenditori e gli altri partecipanti potranno raccontare le proprie esperienze e porre domande su come utilizzare il web per sviluppare business e innovazione. Interverranno anche i rappresentanti dei partner sostenitori - Lepida SpA, Unipol Assicurazioni SpA, Assicoop Romagna Futura Srl e Unipol Banca SpA - e i rappresentanti della Regione Emilia-Romagna che ha patrocinato il progetto.

L'incontro è aperto a tutti e la partecipazione è gratuita ma è gradita l'iscrizione online, tramite la piattaforma del progetto www.webeconomyforum.it. La provincia di Forlì-Cesena, e la Romagna tutta, sarà quindi il territorio nel quale, per la prima volta in Italia su area vasta, si sperimenta un modello innovativo che integra ricerca, ascolto, partecipazione dal basso per convincere anche i più indecisi che la web economy è la leva per far ripartire l'economia del paese. Il progetto WEF ha infatti l'obiettivo di sviluppare nuovi scambi commerciali e innovazione, coniugando competenze e relazioni delle imprese con le nuove opportunità offerte dal web.

Perché la web economy rappresenta il luogo concreto nel quale le imprese di ogni settore, non solo quelle dell'ICT, possono rimodulare il proprio business, trovare nuovi clienti, gestire i cambiamenti di mercato, fare innovazione e tornare a crescere. Un progetto concreto rivolto alle 114 mila imprese dell'area vasta di Romagna (il 24,2% del PIL Emilia-Romagna, oltre 1 milione e 100 mila residenti, 36 milioni di presenze turistiche) per tornare a crescere e favorire nuove opportunità per i giovani.

Programma dettagliato dell'incontro.

Saluto del Presidenti della Camera di Commercio.

Saluto dei partner del progetto.

Panel I - Presentazione del progetto Web Economy Forum (WEF)
Modello e finalità di partecipazione, Giuseppe Giaccardi consulente di strategia;
Contenuti per le imprese: nessuno si senta escluso, Luca De Biase, giornalista, esperto di innovazione e nuovi media;
Tornare a crescere si può: 100 imprese Web Runners, Livia Bosi analista di ricerca.

Panel II - Ascolto e partecipazione "Come imprese e start up possono sviluppare business con il web?":
Question time: domande e risposte in diretta per i responsabili delle imprese e per i partecipanti
Saluto finale a cura della Regione Emilia-Romagna.
Modera: Lidia Marongiu, consulente Studio Giaccardi & Associati.

Web Economy Forum è un progetto ideato e coordinato dallo Studio Giaccardi & Associati - Consulenti di Direzione in collaborazione con Gruppo 24 Ore, il patrocinio di Regione Emilia-Romagna e Unioncamere Emilia Romagna, e la collaborazione delle Camere di Commercio di Forlì-Cesena, Ravenna, Rimini. WEF è sostenuto da importanti partner, tra i quali: Lepida SpA, Unipol Assicurazioni SpA, Assicoop Romagna Futura Srl e Unipol Banca SpA. Collaborazione tecnica di Unindustria Forlì-Cesena, Confindustria Rimini, Itway Spa Ravenna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento