rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Educazione cinofila / Castrocaro Terme e Terra del Sole

Farsi guidare dal fiuto del cane: è forlivese la campionessa italiana di Detection games

"La disciplina ha avuto un gran successo nel 2022 - spiegano dal centro cinofilo - in quanto è uno sport adatto a tutti i cani e conduttori, perché viene utilizzato il principale senso del cane: l’olfatto"

Barbara Arfelli con la sua labrador Olivia, del centro cinofilo Compagni di vita, è la campionessa italiana 2022 di Detection games di Opes Italia, una disciplina cinofila basata sul fiuto del cane, che prende spunto dall’attività dei cani poliziotto nella ricerca della sostanze. Si è aggiudicata il primo posto in classifica nazionale su un centinaio di binomi che hanno partecipato da tutta Italia al campionato nazionale, partito all’inizio dell’anno, e terminato con la finalissima del 27 novembre scorso in Toscana che ha visto coinvolte molte regioni italiane.

Ma non solo,  Arfelli è salita a podio anche per le singole prove aggiudicandosi altre 3 medaglie per le varie categorie. Non da meno Monica De Stein capogruppo del team Compagni di vita ed istruttrice cinofila che ha preparato i binomi alle gare nazionali: con la sua labrador Luna nella categoria istruttori si è aggiudicata un meritato terzo posto al campionato nazionale e arrivando terza anche alla finalissima. Un trionfo per l’asd Compagni di vita di Castrocaro che ha portato a classificarsi in finale anche altri binomi forlivesi e di Castrocaro Terme con cani di taglie, razze ed età diverse: Afrodite Pelliccia e Milù, Maria Grazia Gordini ed Amy di Roberta Tumidei ed Akira, Ambra Masacci e Loki, Fulvio Milandri e Virgo, Martina Gabarri e Chloe, Cinzia Brunelli e Rubino, Katia Foschi e Leila.

"La disciplina ha avuto un gran successo nel 2022 - spiegano dal centro cinofilo - in quanto è uno sport adatto a tutti i cani e conduttori, perché viene utilizzato il principale senso del cane: l’olfatto. Il cane si diverte un mondo e questa attività serve anche per aiutare i cani con alcuni problemi a concentrarsi e al proprietario aumenta la capacità di lettura del proprio cane. Nei Detection games infatti sono i cani a cercare l’essenza nascosta e a segnalare e dire al conduttore dove si trova, in quanto il conduttore non sa dov’è. Compito dell’istruttore è insegnare al binomio come ricercare nella maniera corretta e insegnare a cercare determinati odori. Una disciplina davvero divertente e varia con tante prove, dalla ricerca sui contenitori di vario tipo alla ricerca in ambienti interni e ambienti esterni di ogni tipo, arricchiti, rurali, campagna, ricerca su persona, automobili e tanti altri giochi , insomma non ci si annoia mai. E si formano i gruppi delle squadre per divertirsi insieme, gli allenamenti sono sia individuali che di gruppo e sempre improntati per aumentare le competenze del binomio e la parola d’ordine è sempre divertimento". 

Monica De Stein oltre ad essere istruttore e formatore cinofilo è anche giudice di disciplina e referente regionale per Opes Italia Cinofilia dei detection games, in programma nel nuovo calendario 2023 diverse gare in Romagna e l’attivazione oltre al campionato nazionale di quello regionale Emilia Romagna. A marzo partirà anche un corso per istruttori Detection games presso il centro cinofilo Compagni di vita di Castrocaro Terme. Per info www.compagnidivita.it 3281222039

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farsi guidare dal fiuto del cane: è forlivese la campionessa italiana di Detection games

ForlìToday è in caricamento