1000 chilometri in bici per salvare l'ambiente: partita da Forlì l'iniziativa "Keep clean and ride"

A compiere l’impresa sarà il “rifiutologo” e divulgatore ambientale Roberto Cavallo, accompagnato lungo il percorso dal triatleta e personal trainer Roberto Menicucci

E' partita martedì da Forlì la sesta tappa di "Keep Clean and Ride", l’evento centrale italiano della campagna “Let’s Clean Up Europe!”, nato per sensibilizzare l’opinione pubblica e i media, attraverso il connubio Sport-Ambiente, sul fenomeno dell’abbandono dei rifiuti (littering). A compiere l’impresa sarà il “rifiutologo” e divulgatore ambientale Roberto Cavallo, accompagnato lungo il percorso dal triatleta e personal trainer Roberto Menicucci. Gli eco-atleti, in otto tappe, risaliranno pertanto lo Stivale attraversando sette Regioni del versante adriatico: Puglia, Abruzzo, Marche, Umbria, Toscana, Emilia Romagna e Veneto. Il percorso prevede un totale di oltre 1000 chilometri da percorrere in bici, per un dislivello positivo totale di oltre 18 mila metri.  

VIDEO - IL PROGETTO "TIENI PULITO E CORRI", I BIMBI SPAZZANO I RIFIUTI

La partenza della sesta tappa di Keep Clean and Ride da Forlì è avvenuta, alla presenza dell'assessore Sara Samorì, nella scuola primaria “Pio Squadrani” di via Valeria 14 (quartiere Romiti), con un'azione di pulizia alla presenza degli scolari, degli insegnanti e della dirigente dell'Istituto Comprensivo numero 5, del Comitato di Quartiere Romiti, del Mause, delle Associazioni del territorio e dell’amministrazione comunale. Dopo aver interessato, successivamente, anche Ravenna e Argenta, con altrettanti interventi anti-littering sul territorio, la giornata sportivo-ambientale si concluderà a Comacchio (Ferrara), dove sono in programma nel pomeriggio un’ulteriore azione di pulizia e un incontro pubblico. 

L’iniziativa vuole sensibilizzare la popolazione e i media sul fenomeno del littering, ponendo l’attenzione sull’origine di tali rifiuti. La scelta di incentrare l’evento sportivo negli eco-sistemi montano e marino, infatti, nasce dalla consapevolezza che oltre il 70% dell’inquinamento dei mari ha origine nell’entroterra. Oltre alla pulizia del territorio in senso stretto, saranno anche messe in risalto le esperienze e le filiere virtuose di gestione e trattamento dei rifiuti. La corsa, promossa dall'Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, è patrocinata dallo stesso Ministero, dal Senato della Repubblica e dalla Fiab.

Potrebbe interessarti

  • Proteggi la tua casa dai ladri: 9 consigli da applicare prima di andare in vacanza

  • 5 agriturismi con piscina per combattere il caldo a Forlì e dintorni

  • Micosi sulle unghie dei piedi: 5 rimedi naturali

I più letti della settimana

  • Incendio nella zona industriale, in fiamme rifiuti industriali: fumo visibile a chilometri di distanza

  • Resta incastrato con la testa in una pressa: infortunio sul lavoro in una ditta di arredamenti

  • Ha combattuto per anni contro un tumore: si è spento il cuore generoso del pizzaiolo Giovanni Fasciano

  • "Senza stipendio da due mesi", due apprendiste si dimettono: dipendenti di un supermercato in sciopero

  • Ha combattuto la Sla con "la dignità di una leonessa": addio a mamma Cristina

  • Sorpresi dalla violenta grandinata: paura per due escursionisti

Torna su
ForlìToday è in caricamento