Attualità

A Santa Sofia un centro estivo "2.0", sono aperte le iscrizioni per i ragazzi

La scuola volge al termine e, a Santa Sofia, è in fase di organizzazione il Centro Estivo, con tante novità

Nell'estate 2021 ritorna il funzione il Centro Estivo “2.0” del CIF, organizzato in collaborazione con ASP San Vincenzo de' Paoli, Comune di Santa Sofia e con il contributo di Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì ed Assiprov. Il Centro Estivo è destinato a bambini e ragazzi tra 3 e 13 anni di età e si svolgerà dal 28 luglio al 6 agosto, dal lunedì al venerdì.

La prima novità del 2021 è la sede: le attività, infatti, si svolgeranno a Santa Sofia, nella sede distaccata dell'Istituto Comprensivo, in viale Roma. “Questa scelta è dettata principalmente dalla necessità di utilizzare spazi rispondenti ai protocolli per la prevenzione del Covid-19 – evidenzia l'assessora alle politiche sociali Ilaria Marianini – ma, allo stesso tempo, si rivela comoda e facilmente raggiungibile per le famiglie.”

La giornata tipo, al Centro Estivo, prevede l'accoglienza dei bambini tra le 7.45 e le 9.00, una piccola colazione, attività ludico ricreative tra le 10 e le 12. Dopo il pranzo, le attività riprendono alle 13 con un momento dedicato allo svolgimento dei compiti, attività laboratoriali e, dalle 15.30 alle 17.00, momenti di gioco libero. Purtroppo non sono previste gite e uscite, ma i ragazzi potranno svolgere attività sportive all'aria aperta grazie alla collaborazione con Village Sporting Club, un giorno a settimana. Oltre a questo, settimanalmente e in base alle condizioni meteorologiche, verranno organizzate attività all'aria aperta con professionisti e associazioni di volontariato.

Da sottolineare che si potrà decidere se rientrare a casa per pranzo o se consumare il pasto al Centro Estivo: in quest'ultimo caso, i bambini riceveranno una “box lunch” preparata dai gestori della mensa scolastica. “Anche il momento del pranzo seguirà scrupolosamente le indicazioni sanitarie per evitare la diffusione del Covid 19 – prosegue Marianini – e in caso di bel tempo si potrà consumare il pasto in giardino.”

Per quanto riguarda i costi, la frequenza al Centro Estivo ha un costo settimanale di 120 euro pranzo e spuntino inclusi oppure 90 euro senza pranzo. È previsto uno sconto di 20 euro per i fratelli e di 10 euro per i bambini che hanno frequentato il primo anno di scuola materna. Le iscrizioni sono aperte fino al 21 giugno e per maggiori informazioni è possibile rivolgersi al CIF (cifsantasofia@libero.it, tel 348 5194348).

Come in passato, i figli dei dipendenti Amadori avranno diritto ad uno sconto pari alla metà della quota di iscrizione, per ogni settimana di frequenza del centro estivo.

Per tutte le altre famiglie, è molto importante ricordare che la Regione Emilia-Romagna, con deliberazione n. 528 del 19/04/2021, ha approvato anche per l'anno 2021 il Progetto per la conciliazione vita-lavoro al fine di sostenere le famiglie nel pagamento delle rette per la frequenza di centri estivi. Per accedere al contributo è necessario avere effettuato l'iscrizione al Centro Estivo 2.0, convenzionato, e presentare apposita domanda all' ASP San Vincenzo de' Paoli, entro il 14 giugno 2021. Per ulteriori informazioni è possibile contattare gli Uffici dell’ASP San Vincenzo de’ Paoli al numero tel: 0543/972258 – 972600 mentre il modulo di domanda è disponibile sul sito www.asp-sanvincenzodepaoli.it Alla domanda dovranno essere allegati: ricevuta di iscrizione al centro estivo convenzionato; documento d’identità del genitore che presenta la domanda; attestazione ISEE.


“Alla luce di questo, le famiglie residenti nel comune di Santa Sofia, con figli di età compresa tra 3 e 13 anni e ISEE 2021 fino a 35.000 euro possono richiedere un contributo per l'abbattimento della retta del Centro Estivo – prosegue Marianini. Considerato che il contributo massimo erogabile è di 112,00 euro a settimana per ogni bambino, per un massimo di 336,00 euro, i ragazzi di Santa Sofia che rientrano nelle categorie sopra descritte possono frequentare il Centro Estivo ad un costo bassissimo. Invito, quindi, tutte le famiglie interessate a muoversi per tempo, in quanto la domanda va presentata entro il 14 giugno, e concludo ringraziando sia la Regione, sia il Gruppo Amadori che, da anni, offre un aiuto concreto alle famiglie santasofiesi mostrando attenzione verso il territorio. Un applauso speciale va, ovviamente, alle volontarie del CIF, che lavorano in sinergia con professionisti e associazioni del territorio per realizzare un Centro Estivo che sappia essere attrattivo, divertente ed educativo per i nostri bambini e ragazzi.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Santa Sofia un centro estivo "2.0", sono aperte le iscrizioni per i ragazzi

ForlìToday è in caricamento