Diabetes Marathon, l'inaugurazione è in diretta Facebook con Roberto Mercadini

L’edizione 2020 di Diabetes Marathon raccoglie lo spirito di tutte le edizioni precedenti e segna al contempo l’inizio di una nuova era, un’edizione “oltre il tempo” perché le date dell’evento si dilatano

Lunedì 8 giugno si inaugurerà la settima edizione di Diabetes Marathon, evento sportivo e di solidarietà che mira a sensibilizzare la popolazione sul diabete, patologia cronica che colpisce grandi e piccini e dalla quale ad oggi non è ancora possibile guarire. L’edizione di quest’anno deve fare i conti con l’emergenza Covid-19 che non ha fermato gli organizzatori che in poche settimane hanno vestito di nuovo il programma della manifestazione che si sarebbe dovuta svolgere, come da tradizione ad aprile, e che si terrà dall’8 al 14 giugno. Non poteva mancare per l’inaugurazione, che sarà un evento in diretta Facebook e YouTube sulle pagine di Diabetes Marathon, il grande artista e amico dell’associazione Roberto Mercadini.
 
Il diabete non aspetta, è una malattia cronica, per la quale non esiste guarigione e che non può essere messo in attesa che quest’emergenza passi. Per questo, e per continuare a supportare i pazienti che tutti i giorni necessitano di cura e non possono permettere al diabete di prendere il sopravvento. L’edizione 2020 di Diabetes Marathon raccoglie lo spirito di tutte le edizioni precedenti e segna al contempo l’inizio di una nuova era, un’edizione “oltre il tempo” perché le date dell’evento si dilatano, perché la serata di inaugurazione, il concerto solidale, la camminata culturale, gli eventi sanitari e la manifestazione sportiva e solidale per podisti e famiglie diventano fruibili non solo in diretta, ma godibili anche successivamente, e perché vengono ulteriormente arricchiti di contenuti per i diversi target di pubblico con una lunga diretta social dall’8 al 14 giugno. Sarà un evento “oltre lo spazio” in cui la dimensione locale, gli spazi delle nostre case e dei nostri paesi e città, si fonde con la dimensione globale, perché ogni persona di ogni parte del mondo, con il proprio pc o smartphone riuscirà ad essere parte di questo grande sogno. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Per una persona con diabete è emergenza essersi dimenticati l’insulina a casa, è emergenza non avere a disposizione lo zucchero in caso di ipoglicemia, è emergenza se il microinfusore che inietta l’insulina o il sensore che rileva la glicemia no funzionano. Per una persona con diabete ogni giorno è una potenziale emergenza e ogni giorno è un adattamento ad uno scenario che non dipende da noi. Per questo Diabetes Marathon sarà quest’anno un regalo di una portata enorme, per le difficoltà di questo periodo e che stiamo trasformando in opportunità e perché la voce Roberto darà alle nostre vite quest’anno potrà essere ascoltata in contemporanea da migliaia di persone e non più solo gli invitati che una sala anche di grandi dimensioni poteva accogliere. L’inaugurazione dell’8 giugno alle ore 21.00 sarà accessibile a tutti al link https://www.facebook.com/diabetesmarathonforli/posts/2202869859858802 , ma solo con una donazione potremo costruire per adulti e bambini con diabete un mondo libero dagli ostacoli che questa malattia impone”, dice William Palamara, presidente Diabetes Marathon.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tuffo in mare si trasforma in tragedia: giovane muore sotto gli occhi degli amici

  • Viene da Malta, ufficializzata la prima compagnia aerea con un aereo con base al "Ridolfi"

  • Coronavirus, tre nuovi tamponi positivi. Un'infermiera colpita per la seconda volta dal virus

  • "Vuole ucciderla", i Carabinieri corrono subito. Picchiava la compagna davanti alla figlioletta, arrestato

  • "Picchiato con calci e pugni": paura sotto la torre dell'orologio, 23enne ferito

  • Il prof Carlo Flamigni se ne è andato via con una sua poesia sulla morte

Torna su
ForlìToday è in caricamento