Dalla Fanzinoteca d'Italia riviste in dono al Centro di Aggregazione Giovanile "La Tana"

L'unica realtà fanzinotecaria su tutto il territorio italiano per l'occasione con questo gesto ha arricchito lo spazio lettura che in passato aveva già ricevuto una proficua donazione di riviste, arrivando a dare per il Cag la possibilità di migliorare il servizio offerto per la lettura

Il Centro Nazionale Studi Fanzine - Fanzinoteca d'Italia 0.2 in questa ultima settimana di aprile ha messo in campo un'azione solidale tramite la donazione di vari scatoloni contenenti riviste dedicate all'arte giovanile, alla conoscenza del pc e relativi programmi di grafica e tante altre testate generiche che sono state fatte omaggio ai ragazzi del Centro di Aggregazione Giovanile "La Tana" con sede in via Curiel, 11 a Forlì. L'unica realtà fanzinotecaria su tutto il territorio italiano per l'occasione con questo gesto ha arricchito lo spazio lettura che in passato aveva già ricevuto una proficua donazione di riviste, arrivando a dare per il Cag la possibilità di migliorare il servizio offerto per la lettura. “E', questo – precisa il direttore Gianluca Umiliacchi – un gesto che nasce con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura come elemento chiave della crescita personale, culturale e civile, nei confronti dei giovani e della comunità intera, dimostrazione dell’impegno che la Fanzinoteca d'Italia 0.2 da anni ha nei confronti dei giovani forlivesi. Un gesto che ha la peculiarità di arricchire, nel suo piccolo, non solo il patrimonio socio-culturale ma, in particolar modo, costruire una valida occasione di pensiero sull’importanza informativa degli stessi giovani ai quali si è fatta la donazione. Infatti, i contenuti di queste riviste potrebbero essere un’occasione interessante per condividere una passione o scoprirne una nuova e, perché no, per ricevere stimoli a future attività lavorative.”.
 
 Come già avvenuto in precedenza, alcuni anni fa, quando si fece la donazione di di oltre 1.000 riviste musicali giovanili, una ventina di testate collezionate per una decina di anni, una omaggio che fu ben accettato e, come allora, anche questo donazione è stata messa a frutto grazie lo spazio specifico allestito al Cag di via Curiel. Non è una novità che il Centro Nazionale Studi Fanzine - Fanzinoteca d'Italia 0.2 sia attivo e in prima linea per promuovere la sensibilizzazione alle problematiche sociali giovanili. "Questa iniziativa, che prende corpo dall'impegno portato avanti da anni, ne è una valida e propositiva dimostrazione, ben supportata dalla consapevolezza dei reali valori sociali della nostra comunità - evidenzia Umiliacchi -. La lettura permette di riconoscersi e ritrovarsi in un determinato contesto, dare un senso al proprio tempo libero, promuovendo la cittadinanza attiva e lo sviluppo di competenze che guidino verso opportunità di volontariato o esperienze lavorative come future professioni. Il Centro di Aggregazione Giovanile "La Tana" è gestito, dal 2001, in convenzione con il Comune di Forlì da L'Accoglienza Cooperativa Sociale Onlus, uno spazio  polifunzionale, con strumentazioni e tecniche adeguate, dove i giovani, dai 14 ai 21 anni, possono rintracciare validi stimoli per impiegare il proprio tempo libero, un luogo nel quale si possono fare esperienze e trovare figure educative di riferimento. Alla Tana vi sono opportunità per i giovani per sperimentare attività sempre più qualificate, nell'ottica di valorizzare le loro capacità di espressione individuale e creativa (dall’arte, alla musica, al teatro). In tutto questo, le pubblicazioni donate ricadono come stimoli ulteriori, per pensare ad una eventuale partecipazione attiva del proprio contesto sociale o anche solamente per passatempo di lettura".
 
"Otto anni di incessante attività fanzinotecaria è un traguardo non da poco, considerando l'unicità di questa realtà oltre alla forza economica investita solamente dalla associazione e dagli stessi volontari - prosegue il direttore ed esperto fanzinotecario -. Un risultato, quindi, di cui essere ben fieri ma, al tempo stesso, anche un punto di partenza. Non è che l'inizio, perché 8 anni di immancabile successo significano la certezza che questa unica realtà può soltanto crescere ancora. Inaugurata nel 2010 la prima, ed unica, Fanzinoteca d'Italia è diventato oggi uno dei più importanti luoghi del panorama per la cultura non ufficiale italiana. In 8 anni di attività e iniziative e proposte oggi possiamo contare ben oltre 6.000 pezzi presenti in sede, con circa 1.000 eventi di spessore locale, nazionale ed internazionale, più di 65.000 partecipanti/visitatori (provenienti da tutta Italia, Francia, Germania e USA), 9 Tesi di laurea supportate con assistenza esterna, 7 le Tesi che analizzano nel suo insieme la Fanzinoteca stessa, una raccolta di circa 20 Tesi di Laurea dedicate al tema fanzinaro, il tutto con un coinvolgimento generico di oltre 83.000 appassionati. Dal 2010 ad oggi il Centro Nazionale Studi Fanzine - Fanzinoteca d'Italia 0.2 si è conquistato un’attenzione particolare da parte del grande pubblico e degli addetti ai lavori per l’importante ruolo nazionale che è in grado si svolgere nella sua unicità, con la promozione della cultura alternativa". Per conoscere dettagliatamente le iniziative e chiedere informazioni sull'esclusiva “Biblioteca delle fanzine” visitate il sito www.fanzinoteca.it o contattateci fanzinoteca@fanzineitaliane.it
 
 

Potrebbe interessarti

  • Cattivi odori addio: ecco come pulire i bidoni della spazzatura

  • Nausea e cerchi alla testa? 5 rimedi per far passare prima la sbornia

  • Micosi sulle unghie dei piedi: 5 rimedi naturali

I più letti della settimana

  • Giovane harleysta morto sulla Cervese, la fidanzata in prognosi riservata. C'è un testimone della sciagura

  • Va alla scoperta delle bellezze rurali, un infarto lo uccide: la vittima è un volto noto di Forlì

  • Tragico incidente all'alba: quattro morti, tra loro due fratelli minori

  • Tragedia nella notte: si schianta contro un albero, muore una 26enne

  • Ancora sangue sulle strade: sciagura in serata, muore un 28enne forlivese

  • Dramma sulla Cervese, incredulità e dolore: gli amici ricordano il "gigante buono"

Torna su
ForlìToday è in caricamento