menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Centro Diego Fabbri vola a Londra con "Ciò che resta dei poeti"

Lo spettacolo, diretto da Daniela Piccari sull’impianto scenico curato da Daniele Benericetti e che vede in scena con l’autore dei testi, Paolo Rambelli, nei panni del narratore

La conferenza-spettacolo “Ciò che resta dei poeti. A funeral Tea Party", prodotto dal Centro “Diego Fabbri” di Forlì, sarà uno dei protagonisti, sabato, del convegno annuale promosso alla Senate House di Londra dalla Società britannica di studi pirandelliani e dedicate quest'anno a “Maledetto sia Copernico!”: Pirandello and revolutions in contemporary science, philosophy, epistemology and aesthetics.
Lo spettacolo, che attraversa tutta la storia della letteratura italiana dall'angolo prospettico inedito degli ultimi attimi di vita e dell'illustrazione delle sepolture dei poeti, ha un atto dedicato alla figura di Pirandello ed è stato quindi scelto dagli organizzatori del convegno per concludere la giornata. Lo spettacolo, diretto da Daniela Piccari sull’impianto scenico curato da Daniele Benericetti e che vede in scena con l’autore dei testi, Paolo Rambelli, nei panni del narratore, l’attrice Laura Sciancalepore ed il chitarrista Paolo Benedetti (autore – oltre che interprete - delle musiche di scena), sarà introdotto per l'occasione dal prof. Guido Bartolini dell'università londinese di Royal Holloway.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento