Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

Il concertista Rossi a Salotto blu: "Quando diventai musicista i miei mi premiarono con una gazzosa"

Danilo Rossi è stato intervistato da Mario Russomanno nel corso della trasmissione "Salotto Blu", che andrà in onda giovedì sera alle 22.30 su VideoRegione

Danilo Rossi, concertista di fama internazionale, da molti anni prima viola della orchestra della orchestra della Scala di Milano, ha aperto il cassetto dei propri emozionanti ricordi familiari, parlandone con trasporto e divertimento in un'intervista rilasciata a Mario Russomanno nel corso della trasmissione "Salotto Blu", che andrà in onda giovedì sera alle 22.30 su VideoRegione. "I miei genitori erano contadini forlivesi che con il tempo presero a gestire un piccolo negozio di alimentari - ha raccontato -. Quando, a cinque anni, manifestai il desiderio di studiare musica mi accontentarono ma non dettero mai troppo peso alla cosa. Erano orgogliosi ma, come succedeva a persone di quel tipo, controllati nelle manifestazioni. A diciotto anni mi diplomai al conservatorio di Bologna con il punteggio più alto mai conseguito nel mio strumento da uno studente, tornai a Forlì e li trovai in negozio. Mio padre, contentissimo, disse: 'sei stato bravo, prenditi una gazzosa!" Più avanti vennero a sentirmi suonare alla Scala in pullman".

Cos' è il Teatro alla Scala? "Il palcoscenico più prestigioso ed esigente del mondo. Ogni musicista sa che li si respira la storia della musica, che puoi essere fischiato. Anche se sei abituato al Metropolitan di New York o al Bolshioi di Mosca sai che nulla è come la Scala". L' Italia e la cultura? "Noi ne abbiamo talmente tanta che facciamo fatica a gestirla e a valorizzarla. Se vai in un museo a New York ti mostrano la Coca Cola del 1921 perché gli americani la considerano un pezzo della loro storia". Rossi è il direttore artistico del ciclo di manifestazioni culturali organizzate a Forlì con la denominazione "Arte e vita": "Sono orgoglioso di fare qualcosa di bello per la mia città. Dalla pandemia, che per i lavoratori dello spettacolo è un dramma anche economico, dobbiamo uscire con nuovi progetti e rinnovate energie".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il concertista Rossi a Salotto blu: "Quando diventai musicista i miei mi premiarono con una gazzosa"

ForlìToday è in caricamento