Giovedì, 24 Giugno 2021
Attualità

Il vescovo Corazza in tv: "La pandemia ha accentuato il bisogno di spiritualità"

Il religioso ha evidenziato la necessità di sostenere in questo momento i parroci e ha affrontato molti temi caldi dalle questioni della Chiesa alla vicenda del cardinale Becciu

E' forte il messaggio che Livio Corazza, Vescovo di Forlì e Bertinoro, intervistato da Mario Russomanno lancia dallo studio di VideoRegione. "La pandemia ha accentuato il bisogno di spiritualità, le porte delle chiese sono aperte - ha detto il prelato.  In momenti di angoscia come questo, chi ha coltivato nel tempo i propri beni spirituali e non dato eccessiva importanza a quelli materiali, ha trovato maggiore serenità. Ma anche i nostri sacerdoti corrono il rischio di sentirsi smarriti, hanno bisogno delle persone, fate loro compagnia!."

E sul caso del Cardinale Beggiu Corazza risponde: "Anche noi vescovi, noi preti, ne sappiamo come tutti voi, non abbiamo notizie. Una cosa è certa: in genere noi sacerdoti non siamo bravi nell'amministrare i patrimoni, combiniamo sempre guai, dovremmo starne fuori. E Papa Francesco sta prendendo provvedimenti duri ma giusti. Sull'obolo della Chiesa, poi, pensiamo che ci sono sempre preti o suore nei luoghi più poveri del mondo". Monsignor Corazza è giornalista iscritto all'albo, conosce la comunicazione e ha idee chiare sul linguaggio talvolta utilizzato dai social e dalla politica: "Capisco che le semplificazioni, i concetti espressi in modo crudo appaiano inizialmente popolari ma poi finiscono per allontanare le persone dalla comprensione delle situazioni e, alla lunga, si ritorcono su chi li utilizza. Mi riferisco anche al mondo della Chiesa, anche tra noi a volte co sono divisioni irragionevoli".

Nel corso della trasmissione, che andrà in onda domenica alle 23.15, il Vescovo ha anche descritto celebri canzoni il cui messaggio fu inizialmente visto come ostile alla fede, da alcune di Franco Battiato a "Dio è morto" di Guccini. "Talvolta in certi versi ritrovo il messaggio in cui ho sempre creduto- ha spiegato. Guccini in realtà affermava che Dio non è morto, ed è realmente così. C'è ed è a disposizione di tutti, non è patrimonio di nessuno. Abbiamo la speranza e i giovani, supereremo questa difficile contingenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il vescovo Corazza in tv: "La pandemia ha accentuato il bisogno di spiritualità"

ForlìToday è in caricamento