rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Enogastronomia

Premiati i migliori "Vino del Tribuno" del 2023: riconoscimento per 22 aziende romagnole

Sono state premiate 22 aziende produttrici romagnole, con attestati di Merito e di Gran Merito, per i vini che hanno ottenuto il punteggio più alto nelle rispettive categorie

Il Primo Tribuno Giordano Zinzani, insieme alla sindaca di Bertinoro Gessica Allegni, ha conferito alla Ca Cà de Bè di Bertinoro gli attestati di merito e i premi alle aziende meglio classificate al Concorso Vino del Tribuno tenutosi il 5 luglio. Roberto Monti, presidente del Consorzio Vini Romagna, ha aperto la serata con una relazione dal titolo “La Romagna vitivinicola di oggi, il punto della situazione”. Il Concorso ha una lunga storia - la prima edizione risale al 1967 - e ritorna dopo l’interruzione da pandemia degli anni 2020-2022.

Il Concorso Vino del Tribuno 2023, con autorizzazione Ministeriale riservato a vini Dop e Igp della Romagna, si è svolto per la regia del Tribunato di Romagna, con la collaborazione del Consorzio Vini di Romagna e il patrocinio del Comune di Bertinoro. 77 i vini partecipanti al concorso, con degustazioni di selezione alla cieca effettuate il 5 luglio alla Sala della Riserva Storica da 4 commissioni, ognuna composta da quattro enologi, un tribuno, un sommelier ed un giornalista degustatore.

Sono state premiate 22 aziende produttrici romagnole, con attestati di Merito e di Gran Merito, per i vini che hanno ottenuto il punteggio più alto nelle rispettive categorie. Sono state assegnate inoltre le prestigiose targhe in ceramica del Tribunato al produttore singolo e al produttore associato che hanno conseguito il punteggio più alto con almeno tre vini premiati. Una ulteriore targa del Tribunato è stata riconosciuta al vino in concorso col punteggio più alto in assoluto. Conferite inoltre 3 speciali attestazioni: al vino col miglior punteggio nelle categorie da aperitivo, “Il Tribuno che apre!”; al vino col miglior punteggio nelle categorie da pasto, “Il Tribuno che accompagna!”; al vino col miglior punteggio nelle categorie da dessert, “il Tribuno che chiude!”.

I premi in ceramica per i punteggi più alti ottenuti sono andati alla "Cantina Forlì-Predappio" e a Stefano Zavalloni di Cesena. Diverse le attestazioni speciali: "Il tribuno che apre!" è stato conferito alla Caviro di Faenza, "Il Tribuno che accompagna!" a Stefano Zavalloni, mentre "Il Tribuno che chiude!" alla Cantina Forlì-Predappio. Diversi gli attestati di Gran Merito: per la categoria "Romagna Albana Docg secco" riconoscimento a Stefano Zavalloni, mentre per la categoria "Vini bianchi tranquilli Romagna Doc-Colli Doc" a Enio Ottaviani di San Clemente e al Fondo Ca' Vecja di Imola. 

Riconoscimenot a Stefano Zavalloni, Agritensa di Faenza e Celli di Bertinoro per la categoria "Romagna Sangiovese, Superiore e Sottozona, anche Riserva Doc", mentre alle aziende Pian dei Venti e Ca' Perdicchi di Rimini la categoria "Vini rossi tranquilli e Riserva Colli Doc". Attestato anche per l'azienda "Assirelli cantina Da Vittorio" di Dozza (Bologna" per la categoria "Vini spumanti Doc-Igt dolci", mentre alla Cantina Forlì-Predappio è andato all'attestato per la categoria "Romagna Albana Docg passito". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premiati i migliori "Vino del Tribuno" del 2023: riconoscimento per 22 aziende romagnole

ForlìToday è in caricamento