menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ricomincia "Amico è" con il mondo dei ragazzi in tv: la trasmissione realizzata con la sicurezze Covid

Dopo il periodo di forzata quarantena a causa del coronavirus, riparte la fortunata trasmissione TV ormai in onda da 11 stagioni con quasi 200 puntate all’attivo

Dopo il periodo di forzata quarantena a causa del coronavirus, riparte la fortunata trasmissione TV ormai in onda da 11 stagioni con quasi 200 puntate all’attivo. La filosofia di questi anni è sempre stata quella di coinvolgere i giovani dandogli voce, facendoli diventare protagonisti assoluti delle loro storie, dei progetti, delle speranze e dei sogni. Negli anni sono state ospitate scuole, associazioni sportive, associazioni culturali, onlus, sempre rigorosamente accompagnate da almeno 40 ragazzi in studio, dapprima su Videoregione e ora su Teleromagna per un totale di quasi 8000 presenze. Gli argomenti hanno sempre riguardato tematiche fondamentali per lo sviluppo e la crescita sana dei ragazzi, più volte si è parlato di solidarietà, di lealtà, di contrasto al bullismo, di legalità a tutti i livelli, di rispetto per l’ambiente ed il mondo animale al punto che la trasmissione, qualche anno addietro, ha ottenuto dai vertici del Corecom (organo di vigilanza e garanzia delle telecomunicazioni) il bollino blu di qualità in quanto consigliata ai minori per l'alto valore educativo. 

Da questa stagione, oltre all’ideatore Daniele Carloni, si sono aggiunti nuovi partner. Saranno dunque tre le puntate che verranno registrate entro il 5 giugno e vedranno protagonisti gli alunni della scuola media dell’Istituto comprensivo "Valle del Montone", in onda rispettivamente il 24 ed il 31 maggio alle ore 21.00 sul canale 14 del DT e l’ultima puntata che vedrà coinvolta la Livio Neri Basket di Cesena e andrà in onda il 7 giugno con gli stessi orari sotto la preziosa regia di Marco Bernabini e Matteo Amaducci. In studio condurrà Marco Susanna in compagnia di due ospiti solamente, come da regolamento nazionale, mentre da casa il collegamento avverrà con i ragazzi in videoconferenza proprio come accade per la maggior parte delle trasmissioni televisive odierne. Ovviamente si parlerà di questo tempo, ci faremo raccontare dai giovani come hanno vissuto questo periodo storico senza precedenti, le loro impressioni, emozioni, la didattica a distanza, il divieto di uscire di casa e perché no anche le loro proposte per il futuro sui comportamenti da tenere per uscire il più presto possibile da questo momento inaspettato di “vita sospesa”, con la speranza di tornare presto agli abbracci e ai sorrisi rubati da questo subdolo virus.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento